lunedì 5 marzo 2012

15

POESIE IN VETRINA : NIGEL

video


Accadde in autunno
    (dedicata a Rosa)


Fu di settembre,
in un mattino
tiepido di sole,
l'aria pervasa
d' odorosi vini,
il cielo azzurro
come lui sa fare.
Lei, sotto i platani,
assorta, malinconica,
lo sguardo perso
fra le foglie gialle.
Poi arrivò il vento.
Ad annunciarlo
fu un fremito di fronde.
Vide la donna,
le si accostò,
la prese per mano
e la portò lontano,
per sentieri sospesi
sopra al mondo.
Da lì la donna vide
gioia e dolore
riso e pianto,
odio e amore,
la vita che s’ intrica
e poi si sbroglia.
Aveva voce, il vento,
e prima di svanire
l’avvolse in un abbraccio
sussurrando qualcosa
che le rese il sorriso
e riaccese il suo cuore.
Accadde in autunno,
ma sembrò primavera.
    
                                                          

15 commenti:

  1. Ciao Gianna, ringrazio anche qui Nigel, per questo delicato pensiero che ha avuto nei miei confronti, e' dolcissima questa dedica, mi ritengo fortunata e lusingata, complimenti e un abbraccio rosa buona settimana a tutti.))

    RispondiElimina
  2. brava gianna hai fatto bene a pubblicarla è una poesia bellissima e struggente recitata con straordinaria maestria
    fortunata colei a cui è stata dedicata ;)
    ciauuuu

    RispondiElimina
  3. Una poesia bellissima che racconta magistralmente emozioni di vita.

    Complimenti a Nigel!

    Un saluto a te Stella e buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  4. Struggente, perchè io ho intravisto un incontro reale...ed emozionante.

    RispondiElimina
  5. Anche qui Nigel a confermato di essere un vero poeta... bella, direi bellissima. cioa Gianna.
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Prima di ripartire ho fatto un salto anche qui per ringraziare Gianna di aver pubblicato questo capolavoro e congratularmi con l'autore, un artista come pochi che è mio concittadino ed ho la fortuna di conoscere personalmente! ;)

    RispondiElimina
  7. Le poesie di Nigel lasciano un retrogusto di dolcezza, di verità, di gentilezza!
    Io lo ammiro tantissimo.
    E Rosa meritava questa dedica, lei è una persona vera, sensibile, come il vento, come una stagione piena di tepore!
    Un bacio a Nigel, Rosa ed uno a te Gianna, amica mia!

    RispondiElimina
  8. Bella e soave composizione di Nigel, generata da un'immagine che solo l'anima sensibile di un poeta come lui avrebbe potuto filtrare e trasformare in parole cantati.
    Dico questo, perché so che molti uomini avrebbero visto solo una donna che guarda. Il poeta, invece, è andato oltre e ha colto il senso più alto di quel sguardo contemplativo.
    Tanti complimenti anche a Rosa la musa ispiratrice.
    Un abbraccio e buon inizio settimana cara Gianna.

    RispondiElimina
  9. Ciao Gianna volevo ringraziare te, la cara Elisena e la cara Gabri per le gentili parole, un bacio a tutti da parte mia.) buon pomeriggio rosa a presto

    RispondiElimina
  10. Sarà pure brutto e vecchio ma bisogna ammettere che come poeta è in gamba!
    Io con uno così una cenetta al lume di candela la farei ;))
    Saluti e complimenti a tutti: autore, musa e titolare del blog
    Ester

    RispondiElimina
  11. Rosa è fortunata ad avere ispirato un menestrello tanto "soave",non posso che complimentarmi con entrambi,Un abbraccio a Rosa e soprattutto a te ,Gianna

    RispondiElimina
  12. Una poesia bellissima, che vola alta, sulla voce del vento.
    Complimenti a Nigel ed anche a Gianna per le sue ottime scelte.

    RispondiElimina
  13. Ciao Gianna,
    ringrazio sentitamente te per l' ospitalità e tutti coloro che hanno sentito il bisogno di lasciare un commento.
    Un cordiale saluto.

    RispondiElimina
  14. ciao...che bella poesia.... molto delicata e fresca...ciao..luigina

    RispondiElimina
  15. Avevo letto questa deliziosa poesia su consiglio di Tomaso, ma non mi era stato possibile ascoltare la voce di Nigel: qui ho potuto fare anche questo e, così apprezzarla meglio: i miei complmenti! Un caro saluto a Nigel

    RispondiElimina