sabato 16 febbraio 2013

19

POESIE IN VETRINA : ELISENA



 Vorrei rimare col canto degli uccelli
con le penne degli indiani
e sull’ali delle farfalle
giocare con la perfezione delle ore
per ingannare il tempo
disperso negli scarti rubati
per liberare in alto
ogni mia emozione
accantonata con gli avanzi
dei sentimenti stipati nell’anima
Ma il cielo
non sopporterebbe il mio peso
e quest’ali così cucite
a mo' di nuvole
strappate alle stelle
Così rimo
solo con le mie parole
viziate d’amore
e stabbiate sul soffitto
nell'attesa che il cielo
entri da una finestra
a chiedermi scusa
per afferrarlo
e poi baciarlo
sulla sua bocca d’ombra!

19 commenti:

  1. Volare, il desiderio d'ogni essere vivente privo d'ali, un desiderio dunque universale, che può avverarsi solamente in sogno, dormendo oppure durante la veglia, ad occhi aperti.
    Sollevarsi nell'aria, sensazione soave e affrancatrice; in una dimensione senza peso è più facile liberarsi dei propri fardelli, dei propri pensieri e dei propri grattacapi.
    Ma i sogni durano poco, dunque è impossibile sfidare le leggi della gravità per troppo tempo, bisogna scendere a terra e confrontarsi con la realtà, con i nostri sentimenti, positivi o negativi che siano, nella speranza che si compia il prodigio e il cielo venga sino a noi, per dimostrarci la sua benevolenza e, in un certo qual senso, farsi perdonare.
    Attraverso un brano ispirato, immediato, di rara originalità e notevole lirismo, l'autrice conferma la propria inclinazione per l' Arte Poetica.

    RispondiElimina
  2. ciao Gianna, grazie per aver riproposto la poesia di Elisena, volare e perdersi, uscire ogni tanto dalla quotidianita' fa solo bene, anche solo con la fantasia, in tutte le sue poesie noto una predisposizione a dare amore e affetto, questa e' molto particolare e piacevole,inconsueta, per i giochi di parole e metafore, complimenti.)9
    buon week end a tutti baci rosa a presto.

    RispondiElimina
  3. ...ciao cara Gianna, ho riletto volentieri la poesia di Elisena, e come tutte le altre, è un balsamo per il respiro dell'anima...buon weekend a te e a tutti i tuoi ospiti...

    RispondiElimina
  4. e le parole di Elisena sono ancora una volta viziate d'amore,in questo suo desiderio di volare e lasciare a terra il carico di ansie,per ridiscendere,come moderna Icaro,ad aspettare che,cavalcando un raggio di luce,entri dalla finestra la serenità.
    Ciao Gianna,ciao Elisena,buona domenica

    RispondiElimina
  5. Una bella poesia.
    Volare nel cosmo sfidando il tempo e allineandosi in armonia con le altre creature della natura... un sogno che ci libera dai residuali , negativi o positivi, dei nostri sentimenti ... e,come strascichi, magari annullarli con il volo nella forza di gravità.
    Un sogno, in fondo, semplice, fatto penso, da ogni umana creatura ... ma irrealizzabile se non con la sola forza del pensiero... "colui"( si proprio come un umano) a cui nulla è negato ...
    Ma "egli" il pensiero non si discosta dal nostro comune sentire ed agire, se non per soli pochi, lunghi e irripetibili attimi ... ed allora bisogna tornare con i piedi sulla terra ...e chiedere al "cielo" di scusarsi, farsi perdonare perchè non ci da la possibilità di farsi "afferrare" se non con le sue ombre... e volare a mo di nuvola solo in senso metafisic, aspettando e bramando una sua "entrata" da quella nostra "finestra" ... ( la finestra della nostra anima).
    Complimenti ad Elisena... Smack Gianna ... :-)

    RispondiElimina
  6. Un brano interessante e, com'è stato scritto, molto originale.
    Anche l'immagine è appropriata, somiglia ad un mio sogno ricorrente.
    Un abbraccio all'autrice della bella poesia e alla titolare di questa magnifica "Vetrina".

    RispondiElimina
  7. Poesia bella e originale,complimenti a Elisena,buona domenica Gianna,bacino.

    RispondiElimina
  8. Davvero una bella poesia, scritta bene, ma ancora più bello è il suo significato...
    Un caro abbraccio Gianna

    RispondiElimina
  9. Mamma mia che bella!La leggo e rileggo....e il respiro si sospende come per farmi più leggera e volare. Bellissima.

    RispondiElimina
  10. Bella... Bella ... Bella!!! Versi che descrivono mirabilmente questo desiderio, quasi atavico, di voler volare, poter fluttuare nell'aria leggeri, liberi da ogni fardello della vita, potersi innalzare dalla quotidianità.
    Brava Elisena, un saluto a te e a Gianna!

    RispondiElimina
  11. Bellissimo questo volo dell'anima, che si libera dalle pastoie del corpo per aprirsi nella sua totalità all'amore puro ed appagante al di là di tutto. buona giornata

    RispondiElimina
  12. Mi sto chiedendo: "Ma è possibile che io, pur sapendo scrivere alla meno paggio, non riesca a scrivere una bella poesia come questa?" Pazienza, mi accontento di fare fotografie e, se tutto va bene, mi metto alla pittura. Complimenti all'autrice ed a te che l'hai scoperta. Buona serata.

    RispondiElimina
  13. Mia cara Gianna che bella questa poesia!
    evocativa induce l'animo a sentirsi più leggero da poter volare..
    e questo accade solo se si perdona se stessi, e chi ci ha fatto del male.
    Con questa bella poesia, ho volato nel vecchio ricordo dei un perdono.
    Bravissima l' autrice!
    Mia cara Gianna non ho il tuo indirizzo mail,
    dovresti darmelo tu...
    il mio è nel blog in alto.
    fammi sapere, a prestissimo!
    Gabry

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gabry, la mia e-mail è pubblica, comunque ti ho scritto.

      Elimina
  14. Ciao Gianna,
    chiedo scusa per la "comunicazione di servizio", ma volevo avvisarti che hai posta.
    Profitto per lasciare un caloroso saluto a te e ai tuoi gentili ospiti.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ricambiamo volentieri i tuoi saluti, Nigel

      Elimina
  15. Che bella e surreale poesia simile ad un quadro di Magritte accompagnata da una foto che la ricalca piacevolmente.
    Brava la nostra Giannina, come sempre...
    Superbacio!

    RispondiElimina
  16. Ringrazio tutti i gentili commentatori da parte di Elisena, che al momento è fuori e senza Internet.

    Un abbraccio a ognuno di voi.

    RispondiElimina