martedì 27 settembre 2011

16

POESIE IN VETRINA : GRAZIELLA

Olio su tavola(15-20) a.2010                                     (Collezione privata)

 Autunno

 Un gelido vento
risale la valle brumosa
 e scuote le foglie tremanti.

Le piccole, fragili,pallide
si arrendono subito
e lente si adagiano a terra
a fare più folto
il grande tappeto dorato.

Io sono la foglia brunita
che sugge caparbia la linfa
e resta aggrappata
vicino ad un cielo
che anche in autunno
sa essere pieno di luce.

 E quando un soffio violento
verrà per spogliare il mio ramo
a lui lascerò la mia linfa
per verdi e più tenere foglie.

16 commenti:

  1. Voglio riportare in questa magica vetrina il commento già postato nel blog di Gabe, perkè lo sento veramente:
    Graziella, quell'ultima foglia la faccio mia. Sono io che ostinatamente resto appesa a quel ramo x scaldarmi ancora e donargli l'anima d'un'ultima sua figlia!
    Il malinconico Autunno è la mia malinconia.
    Un bacio Graziella!
    Elisena

    Un grandissimo abbracio Gianna!

    RispondiElimina
  2. Ho letto con molta attenzione una poesia autunnale che sa di speranza, che termina col verde delle foglie, presto, più presto di quanto ci aspettiamo arriverà una nuova primavera.
    Un abbraccio in nuova veste

    RispondiElimina
  3. Mi è piaciuta molto!!!Rosetta

    RispondiElimina
  4. che bella poesia sull'autunno!brava!!
    ciao felice giornata!!

    RispondiElimina
  5. Bella. Dobbiamo tutti ricongiungerci al tutto superando anche quella sottile malinconia che ancora ci lega.

    RispondiElimina
  6. Colori e parole che hanno sempre il loro fascino e non stancano mai
    Un saluto ad entrambe

    RispondiElimina
  7. Ciao Gianna,bella poesia,devo dire che mi ha particolarmente toccato il cuore,come il ciclo della vita che si rinnova ciclicamente in speranza e amore,bello e intenso il finale,complimenti a Graziella.
    Buona serata.
    Un bacino ♥

    RispondiElimina
  8. Poesia dolcemente malinconica. L'ol mi trasmette un profondo senso di pace!

    RispondiElimina
  9. Gianna quesa pagina non sta ferma , si muove a scatti in su e in giù ...è difficilissimo scrivere( da alcuni post, ho notato). Quindi scusa per gli errori...sopra, la parola monca doveva essere "OLIO"..

    RispondiElimina
  10. Come sempre cara Gianna la scelta delle poesie è sempre bella anche se ha un pizzico di malinconia.
    Buona serata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
  11. Sandra e ora?

    Ho tolto un gadget

    RispondiElimina
  12. grazie Gianna ,onorata di stare ancora nella tua vetrina.Grazie anche a tutti gli amici che hanno lasciato un commento.Un abbraccio a tutti

    RispondiElimina
  13. Ciao Graziella,
    mi unisco al coro di consensi che hai sollevato con questi dolci versi autunnali e ti auguro un grosso "in bocca al lupo" per la tua attività poetica.

    RispondiElimina
  14. Bisogna usare il "topo" in su e in giù quasi per ogni lettera: la pagina si sposta a scatti.Ma se capita solo a me...non so....

    RispondiElimina
  15. Ero già passato, ma ora
    scusa per questo commento fuori tema, ma c’è un problema di urgenza che interessa tutti i blog
    Comunicazione
    Sulle rettifiche in blog e multe ho inserito questa lettera che passo
    Cordiali saluti
    http://www.lacrisi2009.com/2011/09/rettifiche-in-questo-blog-gia-fatto.html

    RispondiElimina
  16. Sandra, temo che capiti solo a te.

    RispondiElimina