giovedì 27 maggio 2010

9

POESIE IN VETRINA : FREESPIRITMAN

LA RAGAZZA

La ragazza seduta sulla spiaggia

guardò la luce rossastra del crepuscolo e ricordò i giorni

condivisi con quello straniero misterioso.

Sorrise

mentre una conchiglia si risvegliò tranquilla

dal suo sonno.

Nelle sue mani prese la sabbia calda

e seppellì sotto chiave il suo segreto

nella dimenticata roccia dell'amore.

Continuò la sua passeggiata solitaria

mentre il sole ponente si nascondeva

dietro una carovana di visioni


9 commenti:

  1. Estremamente delicata e bella, a tratti sensuale...Trasmette molta pace.
    Un abbraccio
    lilly

    RispondiElimina
  2. E' una tristezza descritta senza retorica.
    Molto bella!
    Complimenti all'autrice e un bacio a te Stella!

    RispondiElimina
  3. Oi Stella! Foste muito feliz quando na escolha do poema e da imagem, combinação perfeita.

    Beijos e fique com DEUS.

    Furtado.

    PS= Hoje deu para ver a legenda, letras brancas num fundo com um azul bem claro, quase sem nenhum contraste. Acho que deve rever a cor do pano de fundo.

    RispondiElimina
  4. Poesia molto bella e graziatamente passionale...

    Un saluto Stella e buon fine settimana!

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutti per i commenti alla mia poesia!!!
    E grazie a te Stella per la squisita ospitalità.
    Buona domenica
    Free

    RispondiElimina
  6. Questa poesia mette in risalto una "ragionata rassegnazione" descritta con un tranquillo e struggente trasporto.
    Sulla spiaggia e davanti al mare si fanno i "conti" sulla propria vita e sulle esperienze vissute e... perdute.
    La malinconia viene metaforicamente seppellita insieme al ricordo dolce e nostalgico dei giorni trascorsi insieme allo "straniero misterioso" con cui si erano condivisi i battiti del cuore.
    Ma la tristezza e la nostalgia riappare profonda nelle visioni(di immagini vissute)che nascondono il sole(l'amore perduto).
    Semplice,bella e nostalgica.
    Baci a tutti!

    RispondiElimina