giovedì 28 gennaio 2016

10

Speranza : Versi di Tomaso





Guardo l’orizzonte
Un lieve bagliore
È l’alba,
annuncia il giorno,
Il sole fa capolino fra gli alberi.
Le prime ombre,
piano si accorciano,
rumori coprono
il cinguettio degli uccelli.
Tutto è surreale.
Il bagliore ora quasi ti acceca,
ombre quasi verticali,
Assapori la giornata
con i suoi profumi,
ora le ombre
piano si allungano,
è il tramonto.
La luce diminuisce
fino a scomparire.
Il giorno è finito,
La speranza.
Alla nuova alba
io ci sarò?


mercoledì 30 dicembre 2015

26

Betty : l'augurio per un sereno 2016


L’alba di un nuovo anno

E un altro anno nasce
leggero e fresco d’aria nuova
accoglilo con onore
su un tappeto d’entusiasmo
ristoralo di sorrisi
e dissetalo da anfore
colme di vita e passione
nutrilo di nuova energia
di buoni propositi
coloralo di allegria
di emozioni e sentimenti
e fallo riposare esausto
sui morbidi guanciali della gratitudine
poi quando ti offrirà i suoi giorni
colmali solo di ingredienti genuini
di coccole e abbracci
dei “ti amo” sussurrati
di silenzi rigeneranti
di sorrisi condivisi
valuta il tempo che ti dona
imparando a cogliere con saggezza
l’essenza della vita
ogni nuovo giorno
è un dono speciale
e porta in sé
un altro straordinario dono
una nuova alba… il domani
indossa scarpe comode
e segui il tuo cuore
ovunque voglia andare
non sopravvivere mai
ma sorseggia i nuovi giorni
con Amore Pace Speranza

© Betty Liotti dicembre 2015

mercoledì 9 dicembre 2015

34

Dedicato ad Alessandro




Questa è una finestra speciale del Calendario dell'Avvento
dal blog di Sciarada :

Ti devo lasciare andare

Prenderò quello che mi è rimasto di te e ti lascerò andare.

Ti lascerò scorrere con l'acqua del tuo torrente
Ti lascerò salire oltre le nuvole bianche o ti lascerò scendere dentro la terra.

Ti lascerò andare ovunque tu possa sentirti leggero.

Non penserò più al legame che c'era e non penserò più alla corda che ormai s'è spezzata.

Ti lascerò libero dai nodi che ho provato a formare attorno al tuo spirito.

Lascerò che le dita attorno alle tue si liberino della mia stretta e lascerò che il tuo corpo si disintegri in frammenti di sabbia.

Non vorrò più sentire l'eco della tua voce chiamarmi nel sonno e non lascerò che il dolore per averti perduto mi accompagni nelle giornate a venire.

Voglio renderti libero dalla mia sofferenza.

Mi lascerò dietro alle spalle i ricordi, anche quelli più vivi.

Ti lascerò andare senza il peso dei miei pensieri.

Smetterò di pensare ai tuoi ultimi giorni, chiuderò gli occhi sulle mie lacrime e non avrò più nella testa il ricordo del tuo ultimo anelito.

Ti lascerò come è giusto che una figlia lasci suo padre in un giorno qualunque.

Ti lascerò ritornare alla luce e se un giorno ti dovessi incontrare ancora una volta, in una vita lontana,
saprò riconoscerti ancora
perchè i gesti d'amore restano impressi in eterno
come eterno è l'amore che sento per te.

Johakim