mercoledì 9 dicembre 2015

34

Dedicato ad Alessandro




Questa è una finestra speciale del Calendario dell'Avvento
dal blog di Sciarada :

Ti devo lasciare andare

Prenderò quello che mi è rimasto di te e ti lascerò andare.

Ti lascerò scorrere con l'acqua del tuo torrente
Ti lascerò salire oltre le nuvole bianche o ti lascerò scendere dentro la terra.

Ti lascerò andare ovunque tu possa sentirti leggero.

Non penserò più al legame che c'era e non penserò più alla corda che ormai s'è spezzata.

Ti lascerò libero dai nodi che ho provato a formare attorno al tuo spirito.

Lascerò che le dita attorno alle tue si liberino della mia stretta e lascerò che il tuo corpo si disintegri in frammenti di sabbia.

Non vorrò più sentire l'eco della tua voce chiamarmi nel sonno e non lascerò che il dolore per averti perduto mi accompagni nelle giornate a venire.

Voglio renderti libero dalla mia sofferenza.

Mi lascerò dietro alle spalle i ricordi, anche quelli più vivi.

Ti lascerò andare senza il peso dei miei pensieri.

Smetterò di pensare ai tuoi ultimi giorni, chiuderò gli occhi sulle mie lacrime e non avrò più nella testa il ricordo del tuo ultimo anelito.

Ti lascerò come è giusto che una figlia lasci suo padre in un giorno qualunque.

Ti lascerò ritornare alla luce e se un giorno ti dovessi incontrare ancora una volta, in una vita lontana,
saprò riconoscerti ancora
perchè i gesti d'amore restano impressi in eterno
come eterno è l'amore che sento per te.

Johakim

34 commenti:

  1. Ecco Mio Dolce Sorriso, questa è la poesia che vien fuori quando sono i sentimenti a parlare.
    Grazieee al tuo cuore che non ha mai confini d'Amore e ti stringo in abbraccio fortissimo !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Alessandro ora l'ho nel cuore, mia Diletta

      Elimina
  2. Cara Gianna, come vedi ci sono nuovamente da tutti voi, vedo che oggi nella tua belle vetrina hai pubblicato una bella poesia che esprime i veri sentimenti, ringrazio te e la cara Sciarada che la ha scritta.
    Ciao e buona giornata cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissimo Tomaso, sono contentissima che sei tornato; la splendida poesia d'amore che hai letto non è mia ma di Johakim, io l'ho pubblicata in una dedica ad Alessandro, se clicchi sul nome di Johakim trovi l'originale; un abbraccio e grazie!

      Elimina
    2. Cerca di stare bene, caro Tomaso.

      Elimina
  3. Risposte
    1. Ciao Sandra, questa poesia di Joh sgorga proprio dalla profondità dell'anima ed io sono pienamente d'accordo con te.

      Elimina
  4. Nel leggere questo brano, ad ogni passo s'aggiunge un brivido sulla mia pelle... avendo "lasciato andare" da poco mio papà...
    E' semplicemente "stravolgente"!

    Un abbraccio ad entrambe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissimo Pino, un abbraccio grandissimo a te e grazie .

      Elimina
    2. Il lutto di una persona cara provoca sempre dolore, ma per i genitori che perdono un figlio in tenera età...tutto è più straziante...

      Elimina
  5. Una poesia dettata dal cuore che emana pensieri profondi!Ciao Gianna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosetta, Joh ha davvero una straordinaria capacità nell'esprimere le emozioni dell'animo umano.

      Elimina
  6. Quando le poesie sgorgano dall’anima, hanno la straordinaria forza di coinvolgerti, emozionarti e commuoverti fino alle lacrime… proprio come in questo medesimo istante con i meravigliosi versi di Johakim.
    Alessandro è figlio di tutti noi, di chiunque riesca a percepire quel dolore immenso… di chi è stato in grado di carezzare col cuore i suoi morbidi capelli…
    Quando ci tocca da vicino il dolore della morte… una parte di noi sembra muoia e tutto intorno perde valore desiderando che il mondo intero si fermasse a consolarci… e invece la vita prosegue; ma in noi resta l’Amore… quel meraviglioso abbraccio che unisce anime, e sopravvive persino alla morte… lui ci dà la forza necessaria per proseguire il cammino, forse un po’ più appesantiti... ma con la speranza un giorno di ricongiungerci.
    Ringrazio dal profondo Johakim per la forte emozione trasmessa, e te Gianna per aver contribuito a questo…
    Un abbraccio col cuore!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Anche tu mi hai emozionata col tuo commento pieno di sentimenti, cara Betty.

      Un abbraccio infinito ai genitori esemplari di Ale.

      Elimina
    2. Ciao Betty, senza leggerti, nel parlare di Joh, ho usato le tue stesse parole ed anche su Alessandro la penso come te.

      Elimina
  7. Grazie Gianna per aver scelto di pubblicare le mie parole sulla tua pagina.
    La storia di Alessandro mi sta accompagnando da 7 mesi e non passa giorno ormai che il mio pensiero non vada a lui ma soprattutto alla sua mamma e al suo papà che sono rimasti senza di lui.
    Due anime disperate... allee quali cerco di dare tutta la mia presenza e la mia disponobilità.
    Sono parte della mia vita ormai...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao mia bella rossa, il mio cuore è con te e lo sai.

      Elimina
  8. Carissima amica, ti capisco...

    Io non conoscevo super Ale, ma ora che ne ho sentito parlare dai genitori,parenti e amici, mi sono affezionata a lui.

    Che sofferenza per mamma e papà.

    Bisogna stare loro vicini, anche in silenzio.

    Ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  9. Una pagina struggente nella vita di questi genitori che con coraggio affrontano la realtà di tutti i giorni
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ci vogliono forza e coraggio e non bastano per questo grave lutto, Cettina.

      Abbracciamo i genitori meravigliosi di super Ale.

      Elimina
    2. Sono delle persone eccezionali carissima Cettina e stiamo provando a fargli sentire tutta la nostra vera partecipazione .

      Elimina
  10. Quando la morte entra nei nostri cuori lascia un segno indelebile, la vita sembra fermarsi, i ricordi ci fanno soffrire, le lacrime solcano il nostro viso
    Tutto sembra finito
    Ci svegliamo la mattina e sentiamo un vuoto, non riusciamo ad addormentarci alla sera
    Ma la speranza che ora possa stare bene e che un giorno potremo riabbracciarci per un attimo ci da la forza
    Bellissimi questi versi che toccano il cuore
    perchè i sentimenti sono quelli di una mamma
    un bacio a te e una preghiera per questo ANGELO volato in cielo
    VAleria

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Valeria, Monica e Marco, i genitori di Alessandro a cui è stata dedicata la poesia di Joh, stanno dimostrando una forza e un coraggio incredibili e come dici tu non è facile, grazie .

      Elimina
  11. Un passo bellissimo. Da emozioni forti, da brividi che senti farti tremare il corpo.
    Un passo che va oltre l'amore e oltre la perdita di un affetto così grande.
    Un abbraccio all'autrice, a Gianna e ai familiari di Alessandro...<3

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao My, hai ragione, la sensibilità di Joh va oltre, grazie.

      Elimina
  12. Bellissima e molto commovente questa poesia. In questo periodo di attesa dela nascita del Bambino Gesù la morte ci riporta al nostro destino di uomini, nati non per questo mondo terreno. Grazie!

    RispondiElimina
  13. Versi terribilmenete emozionanti, ricchi d'amore.

    RispondiElimina
  14. L'interrogativo più pesante, qui viene posto con grazia e tenerezza delicata.
    Colgo l'occasione per augurarti buone feste.

    RispondiElimina