giovedì 9 gennaio 2014

40

POESIE IN VETRINA : PINO PALUMBO


 Ricordi in un dipinto

Il mondo sembra finire,
la linea d’orizzonte
non riesce però ad arginare
la bellezza e l’emozione
di cui lo sguardo
il fascino ne subisce.

Da quassù sembra
ch’io non ne faccia parte!
Sembra che la mia vita
non sia nemmeno terrena!
Sembra di comandarne
la purezza e l’immensità!
Sembra che un arazzo
sia stato adagiato lì
…con leggerezza,
dalla mano di chissà “Chi”,
ad essere lambito dall’azzurro
del mare e del cielo
…in tutt’uno.

Il mondo sembra finire
…ma lì cominciano i ricordi
della mia giovane vita.



40 commenti:

  1. Sono onorata di conoscere due persone splendide come Tiziano e PIno.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono io onorato di leggere queste tue lusinghe (meritate?) nei miei confronti...

      Ciao Carla e buona giornata.

      Elimina
  2. ciao Gianna grazie per questa poesia bellissima di Pino, ricca di emozioni e riflessioni suscitate dalla vista del meraviglioso panorama, un tutto circoscritto all'apparenza, che fa scaturire ricordi indelebili, complimenti, ciao grazie buon pomeriggio rosa.)
    complimenti anche a Tiziano per il quadro.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosa per le tue delicate considerazioni...
      Più che dalla vista, sono suscitate dal ricordo di quel panorama, che segna un periodo splendido della mia giovinezza.

      Ciao Rosa.

      Elimina
  3. Versi ricchi di emozioni e riflessioni, piacevolmente coinvolgenti come i quadri di Tiziano.
    Complimenti a tutti e due...
    Un saluto anche per Gianna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefy per i complimenti e ...felice di coinvolgerti con i miei versi.

      Buon fine settimana

      Elimina
  4. Trovo bellissima e molto delicata questa poesia di Pino, il suo esternare malinconico di ricordi vissuti.
    Ricordi indelebili che fanno riaffiorare in lui giorni della sua bella gioventù.
    Complimenti a Pino e anche a Tiziano per il suo bel dipinto
    Un abbraccio a tutti, grazie Gianna , un bacio :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Betty...è proprio come tu scrivi. La malinconia (ma anche gioia!) di ricordi per giorni vissuti.
      Quelli che restano indelebili il più delle volte vuol dire che sono stati splendidi.

      Grazie per la tua costante presenza e vicinanza...è molto preziosa.

      Ciao.

      Elimina
  5. Caro Pino hai incorniciato il bel dipinto di Tiziano con un affresco della tua vita, che torna alla tua memoria nei toni e nei colori della gioventù.
    "Sembra di comandarne
    la purezza e l'immensità"
    Versi che descrivono quasi un metamorfismo in cui la natura assorbe l'umano e viceversa in questo misticismo atavico.
    Una bella ed emotiva prova poetica .Un caro saluto

    Sono vicina a Tiziano in questo triste momento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono stato molte volte assorbito da quel paesaggio...tante e soprattutto negli anni in cui è tutto più facilmente e naturalmente "assorbile" dal nostro animo...quasi in "metamorfosi" come dici tu.

      Grazie Cettina per le parole di gradimento.
      Ciao.

      Elimina
  6. Grazie Gianna!...è sempre un piacere essere qui.

    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te per i versi emozionanti, caro Pino.

      Elimina
  7. Come già in passato ebbi modo di dire a Pino, ammiro moltissimo la sua capacità di trarre ispirazione poetica da qualunque cosa, concreta o astratta essa sia: un oggetto, un paesaggio, un dipinto, un'emozione, un avvenimento, ed ecco scaturire dalla sua penna una sorgente di parole.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao carissima che bello leggerti anche qui! ...
      Sì ricordo ancora le tue parole più o meno...invidiabile la tua immediatezza nello scrivere...
      Beh! qui è però esattamente il contrario Krilù...quel paesaggio inviato a Tiziano è un "mio" paesaggio e nell'osservare il dipinto per assegnargli un titolo mi sono venuti quei versi, ma io credo che li ho sempre avuti dentro visto che rappresenta un po la mia giovinezza come spiego qui...

      http://pinopalumbo.blogspot.it/2014/01/ricordi-in-un-dipinto.html

      Ciao Krilù sono felice di vederti girovagare di nuovo con maggior "presenza" tra noi.
      Buona serata.

      Elimina
  8. Non ho ancora finito di leggere il libro di Pino e non so se questa pubblicata ci sia dentro, ma in ogni caso è all'altezza di quelle che ho letto sinora, Sinceramente Pino mi ha sorpreso, in bene, naturalmente. Buon Anno a tutti due.

    RispondiElimina
  9. No Elio non la trovi nel libro per il semplice fatto che è stata veramente scritta il giorno del post.
    Felice che la trovi all'altezza delle altre.
    Grazie.
    Ciao.

    RispondiElimina
  10. un bel connubio artistico tra Pino e Tiziano,
    un caro saluto a tutti e tre

    RispondiElimina
  11. Pino Pino ..come si sente la tua mano romantica e poetica nel tracciare queste sensazioni tra la realtà e l'arte..
    Sempre ottimo..... un abbraccio condiviso con la Giannina nostra!++++++

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Nella per pertuo squisito gradimento e per la tua valutazione.

      Ciao e buona domenica.

      Elimina
  12. Mmmm che bel poema Pino! come un canto d'incanto.
    Mi piace molto questo brano fantastico:
    " sembra che un arazzo
    sia stato adagiato lì...con leggerezza
    dalla mano di chissà "Chi"..."
    Tanti auguri per il nuovo anno e a te Gianna stessi auguri e un abbraccio.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Gabrielle per il tuo entusiastico gradimento.

      Grazie e a presto.
      Ciao

      Elimina
  13. Il dipinto di Tiziano è bellissimo, suggestivo. Ha saputo su di una tela, con grande arte, far rivivere la natura e splendere la dolce luce del sole. Grazie delle emozioni anche a te Tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ha davvero saputo ricreare quella suggestione di un luogo della mia giovinezza. Molto bravo come sempre.

      Elimina
  14. Splendide emozioni regalate da una penna pittrice e da un pennello poetico.......:) grazie a Pino, a Tiziano e naturalmente a Gianna
    Rita

    RispondiElimina
  15. Spesso i dipinti, più degli stessi paesaggi che ritraggono, aiutano ad evadere dalla propria realtà, proponendo una dimensione inedita, "straordinaria" e appagante, questo è in sintesi il contenuto dei presenti versi, sicuramente ispirati e perciò immediati ed efficaci.
    I miei complimenti al poeta e al pittore.

    RispondiElimina
  16. Divertente Rita il tuo commento...
    con lo "scambio degli attrezzi eel mestiere"

    Grazie.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  17. Grazie Antonio per i tuoi sempre graditi complimenti.

    Ciao.
    Buona domenica.

    RispondiElimina
  18. Ottima ispirazione poetica.
    Auguro a te e a Gianna
    Buon Anno
    Rakel

    RispondiElimina
  19. Grazie Rakel per l'apprezzamento e gli auguri...che ricambio.

    Ciao.

    RispondiElimina
  20. Un dipinto poetico che ben si unisce al dipinto effettivo. Sia la penna che il pennello sono strumenti di due a ime poetiche.
    Bravo Pino e bravo Tiziano !!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Paola...anche la tua anima non è da meno!

      Ciao. Buon fine settimana.

      Elimina
  21. Ciao Pino, purtroppo se non me lo rammentavi tu questo post l'avrei perso,troppi impegni se passi da me vedrai il perché della mia poca presenza sul blog.
    Essendo in coda non mi resta che ringraziare Gianna per la sua grande disponibilità e te per le poetiche rime che ai scritto sul mio dipinto, inoltre ringrazio tutti per i loro commenti di apprezzamento su quell'angolo della nostra bella Italia.
    un abbraccio e buona serata a tutti

    RispondiElimina