lunedì 27 gennaio 2014

21

POESIE IN VETRINA : GABRIELLA D.




 Oltre la grande vetrata,
suoni di vita, rumori.
Le risa dei bimbi,
la voce pacata dei nonni accarezza.
Racconta un'infanzia lontana,
momenti di guerra vissuti,
di balli, di antiche carrozze,
di tram e cucine a carbone.
Nei lucidi occhi
risplendono immagini
di vita trascorsa,
progetti di un grande futuro.
Rivive Palermo com'era,
e Napoli, e il vaporetto;
le lunghe partite a pallone
e l'abito appena cucito.
Limpidi sguardi vivaci
sfoglian le foto
di cari ricordi lontani
e fatti e cose la voce
nel cuore lascia animare.
Nel pozzo profondo di vita
attingono, bevendo
lunghi sorsi d'amore e lealtà
e forti oltre il cancello
s'appressano.
E poi sono loro a narrare
che cosa lì fuori gli accade
e il braccio ai nonni a prestare.




21 commenti:

  1. Cara Gianna, non resta che ringraziare vivamente Gabriella di questa splendida poesia.
    Sono chi è nonno sa veramente valorizzare questi semplici ma profondi versi.
    Grazie a te che la hai pubblicata. Un abbraccio forte forte.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie a te Tommaso per l'apprezzamento, ti auguro una buona serata.

      Elimina
  2. ciao Gianna, grazie per la bella e nostalgica poesia di Gabriella, i nonni sono figure importanti per i bambini, tutti abbiamo vissuto le stesse esperienze, li ricordiamo con affetto e malinconia, complimenti a Gabriella una poesia che descrive molto bene qull'atmosfera che si respirava allora, ciao buona serata a tutti rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Rosa è proprio vero, le esperienze vissute con i nonni e grazie ai nonni ci formano come persone e ci riempiono d'amore; grazie per il bel commento. Buona serata anche a te

      Elimina
  3. Purtroppo non ho esperienza in questo campo e non ho neanche grandi ricordi.
    Tutti i miei nonni sono mancati molto giovani.
    Un gran peccato!+++++

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella, mi spiace davvero.
      Buonissima serata

      Elimina
  4. Stupenda poesia..i miei complimenti a Gabriella che ha saputo creare un'atmosfera intensa , d'altri tempi...raccontarci un vissuto che lascia ancora un velo di nostalgia a chi ricorda....
    Un grazie a Gianna per la proposta...
    Buona giornata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido il tuo pensiero, Stefi.

      Elimina
    2. Stefi mille grazie per il tuo bel commento!
      Buona serata

      Elimina
  5. Versi che riportano dietro nel tempo e creano una piacevole atmosfera.
    I nonni sono stati e siamo dei pilastri importanti.
    Complimenti.
    Un caro saluto a te cara Gianna
    Rakel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rakel, ricambio di cuore.

      Elimina
    2. Si è vero, i nonni sono dei pilastri lucenti, condivido il tuo pensiero Rakel, grazie!

      Elimina
  6. la cosiddetta, bellissima, ruota della vita. Così stupendamente narrata.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie per il tuo "stupendamente" Sandra!
      Un saluto

      Elimina
  7. In un momento in cui si parla sempre più diffusamente di "rottamazione", termine riferito non ad oggetti, ma ad esseri umani, alimentando così una forma di discriminazione anagrafica esistente da sempre nella nostra società, seppur sottaciuta, leggere un brano in cui si parla del valore degli anziani, ovvero dei nonni fa bene al cuore.
    Sul piano stilistico i versi sono piani, lineari, ben strutturati; su quello contenutistico appaiono forti, pregnanti, capaci di convincere e così la poesia si scioglie presto in canto, celebrando lo straordinario rapporto fra generazioni vecchie e nuove, rapporto delicatissimo, prezioso, addirittura insostituibile, che si perpetua attraverso la testimonianza e la tradizione orale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Sono d'accordo con te; penso che una società che svaluta gli anziani è una società che chiude le porte soprattutto ad una saggezza del cuore.
      Ti ringrazio per il bellissimo commento e ti auguro una buona serata

      Elimina
  8. Ti ringrazio, cara Gianna, per lo spazio che mi hai dato in questa vetrina e ti auguro una splendida serata! Ti abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Gabry, mi piace molto come descrivi i tuoi sentimenti che condivido.

      Elimina
  9. Bellissima .....
    Una poesia che affronta un tema insolito ed invece i nonni sono figure importantissime nella vita dei bambini. Anche nella mia vita sono stati importanti i miei due nonni , i materni, gli altri non li ho conosciuti.... e , poichè, avrei voluto tanto conoscere anche loro andavo spesso a caccia di notizie e, avendole avute, specie su mia nonna Maria (di cui porto il nome) a volte, mi sembra di averli conosciuti e di avere avuto un rapporto affettivo anche con loro.
    Tornando alla poesia , mi piace molto la chiusa perchè rappresenta il continuum della vita.
    Complimenti.... <3

    RispondiElimina
  10. Versi dolcissimi che riportano indietro negli anni, alla nostra infanzia quando i nonni rappresentavano per noi un mondo sconosciuto e fantastico....chissà se ci sarà dato di vivere nello stesso modo nei cuori dei nostri nipoti?
    Mi fa sempre piacere ripensare al mio nonno materno che sapeva raccontare episodi di lui bambino, o del tempo di guerra....o di altre cose che non conoscevo,. E alle nonne che mi narravano favole antiche....come era bello tutto questo.
    Complimenti a Gabriella e grazie per avermi fatto rivivere momenti lontani.

    RispondiElimina