venerdì 20 dicembre 2013

31

POESIE IN VETRINA : STEFANIA



Tornano rapidi i giorni
e Dicembre ci accoglie
tra il candido chiarore
del suo manto nevoso.
Prende e sale allora
nostalgia di dolcezze
lasciate al cuore di bimba.
Rive muschiate di stagni
tra carta stagnola e statuette
lungo sentieri di ghiaia.
Il presepe era là
sotto un cielo di carta appesa
trapuntata di stelle.
Nell'aria la magia per l'attesa
della grande luce
sulla via della grotta.
Era stupore negli occhi
e spirito di festa nel cuore.
Con semplicità si gioiva
nel tepore familiare,
ancora si dimenticava
il mondo
fuori della porta.



31 commenti:

  1. Ed era bellissimo!Solo chi ha provato sa!Bella poesia di una nostalgia lontana!Rosetta

    RispondiElimina
  2. Complimenti Stefania,
    un poema affascinante, pieno di ricordi, di nostalgie, di momenti indimenticabili!
    Il tepore del Natale ci fa tornare a quando eravamo piccoli, spensierati, e aspettavamo il dolce Natale con le persone care!
    Antonella

    RispondiElimina
  3. Questo e il vero presepe che dovrebbe ritornare nei nostri cuori e nelle nostre case
    Complimenti per questa nostalgica poesia,
    ciao Stefania buon fine settimana a te a alla cara Gianna!
    Tiziano.

    RispondiElimina
  4. Brava la grande Stefania, e grazie a te cara Gianna che la hai pubblicata.
    Veramente bellissima.
    Tomaso

    RispondiElimina
  5. Una nostalgica poesia che mi riporta ad un tempo lontano dove ancora c'erano gli abbracci dei miei genitori. Ora aspetto quelli dei miei figli...
    Molto bella la poesia e mi complimento con l'autrice.
    Grazie per i tuoi auguri che ricambio con affetto.
    Rosetta

    RispondiElimina
  6. Buon fine settimana cara Gianna e tanti auguri di buone feste a te e tutti coloro che fanno parte di questo tuo mondo di poesie:)
    Bellissima poesia Stefania, ricca di ricordi ed emozioni

    RispondiElimina
  7. Ancora una nostalgica poesia con i ricordi dell'antico presepe che, si, aveva un altro sapore.....
    Anche io sospiro, cara Stefania ricordando quei natali lontani, ma dai, cerchiamo di vivere bene questo Natale che sta arrivando e guardiamo avanti. Auguri di cuore a te e famiglia e naturalmente un salutino alla nostra Gianna padrona di casa :)) Rita

    RispondiElimina
  8. Era... purtroppo era...
    Ora mai più!!!!

    RispondiElimina
  9. Un brano svolto tutto, dall'inizio alla fine, sull'onda dei ricordi e della nostalgia.
    L'autrice descrive la propria esperienza natalizia, quella di quand'era fanciulla, associandola con la fredda e nevosa stagione; rammenta poi gli usi e costumi familiari, il presepio, la grotta, le luminarie, la ricompattazione intorno al desco e lo stupore di fronte ad una festa che ella serba nel cuore con uno struggimento puro, sottile, quello di cui è capace soltanto un anima bella.
    In definitiva: un' ammirevole prova di poesia!

    RispondiElimina
  10. Bellissimi ricordi esternati in versi a ricordare un'atmosferica surreale e poetica.Brava Stefania
    Cara Gianna, fra tutti i poeti che hai ospitato c'è stata una bella gara: complimenti per la tua simpatica sfida.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato un successo e ne sono felice.

      Grazie a tutti voi che avete partecipato a questa bella iniziativa.

      Elimina
  11. ciao Gianna, grazie per la bella poesia di Stefania, queste sensazioni che descrive con nostalgia, le abbiamo provate tutti, una volta eravamo davvero piu' gioiosi e ci bastava poco per essere contenti, complimenti, ciao buona serata a presto rosa. auguri a tutti...

    RispondiElimina
  12. Ringrazio con sincero affetto tutti voi che avete voluto lasciare un commento alla mia poesia, e vi lascio i miei più sinceri Auguri di Buon Natale. Serenità, salute e amore vi accompagnino anche per tutto l'anno nuovo.
    Vi abbraccio, Stefania

    RispondiElimina
  13. Ciao cara Gianna, la tua bellissima poesia mi ha fatto rivivere la mia infanzia quando Il Natale era stare insieme in famiglia, cucinare con la mamma e aspettare il giorno di Natale per mangiare il panettone e il torrone tutti insieme in semplicità. C'era poco ma la felicità e la serenità non mancava.
    Buon Natale cara e un abbraccio ^_^

    RispondiElimina
    Risposte
    1. L'autrice della poesia è Stefania, io l'ho solo pubblicata.

      Grazie e Buon Natale,

      Elimina
  14. Stupenda questa poesia! E' verissima! Mi ha trasmesso sensazioni calde e dolci. Quando ero bambina fare il presepe per noi era una grande festa, un modo anche per viaggiare con la fantasia e ricamare storielle con i vari personaggi. Alle volte mi divertivo a creare io stessa nuove figure per celebrare questo grande evento divino. Complimenti! Buon Natale a te, a Gianna e a tutti gli amici del blog! Un abbraccio!

    RispondiElimina
  15. Ricordi che riaffiorano,dolcemnte espressi in versi.
    Complimenti.ssime
    Buon Natale carrissime Stefania e Gianna
    Rakel

    RispondiElimina
  16. Ancora un grazie a voi e a chi vorrà ancora lasciare la testimonianza del suo passaggio. Ricambio con tanti cari Auguri a tutti e in particolare alla cara Gianna che mi ha ospitato nella sua vetrina. Un abbraccio, Stefania

    RispondiElimina
  17. Una poesia emozionante.
    Complimenti e auguri di Buone Feste all'autrice, alla titolare, ai poeti e ai lettori di questa splendida "Vetrina".

    RispondiElimina
  18. Descritti perfettamente in questi dolci versi, lo stupore bambino e la gioia pura di un cuore innocente e ignaro. Complimenti e auguri a Stefania ..baci Giannina ..

    RispondiElimina
  19. Cari Auguri a te Paola, grazie..Buon Natale di sererità e amore, Un abbraccio Stefania

    RispondiElimina