sabato 16 novembre 2013

33

POESIE IN VETRINA : SOLEDORO





Fidati di me

Non esitare a trafiggere

 Le mie maschere

Con sguardo intenso

Da innamorato

Interessato a capire.

Palpeggia con le dita affinate

Il  mio volto nudo, levigato

Di piogge fertili

E con la bocca

Canticchiami il sortilegio che logora

Parvenze indossate con pudore

Per darti il tempo di guarire.

Confida in me,

Io sono

La terra ferma dove puoi

Piantare i semi dei tuoi sogni

Piccole, candide promesse

Nel tondo della luna piena

Affidali a me

All'alba diverranno

Nel sole caldo, profumato.

Un prato seducente, incolpato

Di annunciata strage di farfalle.




33 commenti:

  1. Raffinata poesia cara Gianna, versi stupendi.
    Sicuramente Soledoro ci ha nesso l'anima... Complimenti.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tomaso, grazie di cuore caro amico. Un abbraccione.

      Elimina
  2. Intensa e profonda poesia e condivido la seconda riga di Tomaso
    buon week end a tutte e due
    Tiziano.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Tiziano, davvero gentile da parte tua commentare....visto che io dai vostri blog ci passo veramente di rado....voglio che lo sapiate che non è mancanza d'interesse.....
      Grazie, ti abbraccio, buona domenica!

      Elimina
  3. ma ciai! E' da un po' che non ti vedo da me. Ti aspetto. Qs poesia è particolare ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Stefania, grazie, serena domenica!

      Elimina
  4. Bella poesia , innamorata....
    "Fidarsi "che parola meravigliosa , senza la fiducia tutto crolla, l'amore , l'amiciza, la vita stessa...
    Grande Giannina mia!:::)))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nella, credo che la fiducia aggiunge una nota superiore ad ogni rapporto di amore, è la conferma dell'amore stesso...Buona serata!

      Elimina
  5. Ho già letto e forse anche commentato questa poesia, con quale la nostra cara Gabriella si conferma artista sensibile e capace.
    Complimenti all'autrice ed a Gianna, per averla condivisa.
    Un abbraccio a entrambe.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Serena e dolce domenica Giovy. Sei passata dal mio blog dove hai lasciato un gradito commento e ti ringrazio per la rinnovata attenzione, un abbraccio.

      Elimina
  6. ciao Gianna, grazie per aver riproposto questa bellissima poesia accorata di Gabriella , in questo mondo dove niente e' sicuro, avere una persona di cui fidarsi senza remore diventa una necessita', un punto fermo a cui aggrapparsi per non soccombere, l' essere noi stessi senza pudori, per costruire insieme qualcosa che appaghi tutti e due con gli stessi obiettivi di felicita', complimenti alla nostra bravissima Gabri, sempre molto profonda e articolata nelle sue descrizioni poetiche suggestive, grazie, buona domenica a tutti baci rosa.)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa e tante grazie.
      Bellissimo il tuo pensiero, espressione della sensibilità e del riconoscimento della vita. E' verissimo, per me è così pure, abbiamo bisogno di un punto fermo, quello dove la fiducia non va disattesa, perché lì c'è amore. Qualcuno che sappia dare la certezza che il nostro amore non è vanificato, ma costruttivo, sensato.
      Un abbraccio, buona settimana.

      Elimina
    2. Grazie della tua costante e attenta presenza sui miei blog, Rosa

      Elimina
  7. Esortazione lieve, dolce, appassionata rivolta all'innamorato, affinché non esiti più e si decida a oltrepassare le censure della mente, che gli impediscono l'esternazione dei propri sentimenti, quell'esternazione piena, totale, assoluta che dovrebbe sorreggere i legami d'amore.
    E' un brano in crescendo quello qui proposto, un brano che lievita, parola dopo parola, verso dopo verso e ad un certo punto spicca il volo e diviene poesia pura, altissimo lirismo, come nel passaggio: "Confida in me / Io sono / La terra ferma dove puoi / Piantare i semi dei tuoi sogni".
    Qui c'è la medesima forza e il medesimo pathos della migliore produzione nerudiana e hikmetiama, perché solo gli autori più grandi possono partorire espressioni così immediate e versi così coinvolgenti!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio anche qui Nigel.
      Come Alice nel paese delle meraviglie mi sento ogni volta che leggo i tuoi pensieri sui miei scritti.
      Mi incoraggia, mi toglie i dubbi, mi esorta a continuare il tuo apprezzamento.
      Mi rendo conto che la forza delle emozioni si può sentire oltre le barriere linguistiche. Forse sono meno sicura, meno accorta, nell'espressione quotidiana ma quando mi siedo a descrivere quello che sento, le parole arrivano da sole, senza alcuno sforzo, senza alcuna esitazione.
      Un abbraccio caloroso, buon inizio settimana.

      Elimina
  8. Bella lirica, nella quale si esorta la persona amata a fidarsi , di lasciarsi andare, perchè in lei troverà la forza per mettetere a nudo i propri sentimenti.
    Complimenti all'autrice.
    A te, Gianna, auguro una serena settimana
    Rakel

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rakel, trovo la tua osservazione di grande finezza....mettersi a nudo è un atto di coraggio o di fiducia provata...si fa solo davanti a chi si ama e di cui ci si fida ed è giusto così.
      Ti ringrazio, buona giornata.

      Elimina
    2. Grazie Rakel, sei gentilissima.

      Elimina
  9. Bellissima poesia, coinvolgente , emozionante , piena di profonda passione .
    Concordo con l'analisi del Guardiano. Anch'io ho notato il pathos dei versi di Neruda e Kikmet e forse anche quello della Merini , specie nella prima parte.
    Una lirica che invita l'amato a fidarsi ... ma è una fiducia incarnata nell'amore della passione.
    Molto bella, complimenti a Soledoro/Gabriella ... e anche al Guardiano per la sua recensione perfetta.
    Baci a tutti... e buona settimana ....
    ;-) Smack Gianna!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infinite grazie My per l'alta opinione....mi fa felice la tua osservazione comparativa e faccio un pensiero auto ironico, giusto per ridimensionare tutto: Neruda, Hikmet e Merini, egregia compagnia nei viaggi astrali dell'anima, ma non sui manuali di letteratura...
      Baci solari, buona settimana.

      Elimina
  10. Rieccomi, tornata da una domenica impegnata, ringrazio tutti per i commenti bellissimi ed interessanti e ringrazio, naturalmente, Gianna per avermi ospitato, di nuovo, in questo spazio di alta vibrazione.
    Buon inizio settimana!

    RispondiElimina
  11. Così delicati e passionali sono questi versi.... Dall'inizio alla fine c'è un invito che coinvolge l'essere amato, sempre più profondamente, ma che coinvolge anche il lettore. È molto bella cara Gabrielle la tua poesia. Un abbraccio a te e a Gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti ringrazio Paola per il complimento che mi fa piacere, ancora di più, visto che viene da una sensibile poetessa come te.
      Buona serata e tanti abbracci a te e a Gianna.

      Elimina
    2. Ricambio l'abbraccio, Paola.

      Elimina
  12. Poesia intensa e coinvolgente che invita ad affidarsi senza riserve all'amore puro ed incondizionato dove si può trovare felicità e benessere . Lirica piana e scorrevole che aumenta di intensità in un crescendo armonioso.Un caro abbraccio

    RispondiElimina
  13. Ciao Cettina, grazie del gradito commento. Buona e serena notte!

    RispondiElimina
  14. Già commentata da te, Gabrielle. E' ottima. Ciao.

    RispondiElimina