giovedì 26 settembre 2013

27

POESIE IN VETRINA : SOLEDORO



Libera
Libera di amare
Come i gatti
Esco dal tetto
Della fantasia
Inseguendo
Sensuale richiamo
Mi struscio
Su raggi di luna
E mi lascio
Accarezzare
Dalla loro luce
Come dalle tue mani
Passeggio
Ondeggiante
Sul tuo corpo
Ti circondo
Di coccole felpate
E ti voglio
 Sommerso
Nel ronfo caldo
Del mio cuore
Respiro la notte
Dolce odore
Lontane le stelle
Soltanto gli occhi
Febbrili e lucenti
Appendono
Smeraldi nel buio
All'alba rientro
Con fare discreto
Mi stendo sul letto
E dormo cullata
da sogni appagati
Sogni di gatta.



27 commenti:

  1. È veramente brava la cara Gabrielle, i versi sono vera,mente bellissimi!
    Un grazie a te cara Gianna che la hai messa nella tua vetrina!!!
    Buon pomeriggio cara amica.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie caro Tomaso, anche qui mi segui e mi fa piacere, un abbraccio, buona serata.

      Elimina
    2. Grazie a te, Tomaso, per la costante presenza!

      Elimina
  2. è bellissima l'immagine descritta da questi versi suadenti..
    buona giornata Gianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Sidus, in verità, l'immagine descrittiva l'ho cercata dopo aver scritto i versi. Alcune volte mi è capitato di vedere qualche immagine che mi ha scatenato la fantasia, m la regola è che devo cercare qualcosa che rappresenti quello che voglio trasmettere nei versi,

      Elimina
  3. questi versi,armoniosi,sensuali e musicali,fanno veramente pensare al rituale di una gatta in amore
    complimenti Gabrielle,brava Gianna per averli "scovati"

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Cara Graziella ti ringrazio, la tua rimarca mi ha portato alla memoria l'impressione dalla quale è nata questa descrizione felina...i gatti che abbiamo, hanno la buona abitudine di uscire da tutte le finestre e quella di sopra il tetto alla mansarde è la più utilizzata di notte....poi lo sguardo dei gatti quando affrontano la notte, poi....mettiamo un cuore innamorato e.....voilà.

      Elimina
  4. ciao Gianna, grazie per aver riproposto la poesia di Gabri, molto bella , complimentissimi , e' un mito...
    una descrizione e un'immedesimazione felina, molto reale, felpata e sensuale, il desiderio di una vita libera senza troppi legami, condizionamenti e problemi che ci faranno dormire tranquilli e beati in serenita', giorno per giorno, ciao grazie baci a tutti , buona serata rosa

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Rosa, io amo i tuoi commenti, perché accentuano lati, dove il messaggio (parlando di me) viene fuori dal subconscio. La libertà è una cosa bellissima, seppur impegnativa, perché ci si deve contare spesso su se stessi e significa anche solitudine per certi versi.
      Grazie e un abbraccio.

      Elimina
    2. E' piacevolissimo leggere i versi accattivanti di Gabry...

      Elimina
  5. Gabrielle!...quale dolce...sensuale...romanticismo...reciti inquesti incantevoli versi!
    Bella davvero! Mi piace molto...una delle più belle poesie che io abbia mai letto (e includo anche le mie!) negli ultimi periodi!

    Ciao Gabrielle
    Ciao Gianna e grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pino!....romanticismo allo stato puro, andare sopra i tetti per pensare un uomo vuol dire....innamoramento,
      grazie e grazie, mi fai un grande complimento, che, arrivando da parte tua, acquista più valore.
      Buona serata serena e ci vediamo sull'Angolo, vado a leggere il tuo articolo di esordio.

      Elimina
  6. Molte donne hanno un rapporto speciale con i gatti, vi si identificano perché vi ravvisano un senso di autodeterminazione e di libertà che altri animali domestici non posseggono.
    Il gatto convive con l'uomo, ma rimane autonomo, indipendente e, se decide di uscire a passeggio, lo fa senza remore, diciamo pure "senza chiedere permesso".
    E' per questo motivo che l'autrice di questi versi vorrebbe assomigliargli e sperimentare l'ebrezza dei tetti, il silente dialogo con la luna, il luccichio delle stelle e poi vagare liberamente in cerca e poi in compagnia dell'amante.
    C'è tanta originalità in questo brano e c'è una nota sensuale, che deriva dalla simbiosi, seppure fantastica, donna-gatto, che fa pensare alla stessa indipendenza e straordinaria flessuosità felina.
    Scrive bene Gabriella, anzi benissimo - da dare punti a molti autori- ed io non riuscirò mai a capacitarmi che l'Italiano non è la sua lingua d'origine!

    RispondiElimina
  7. Sei fantastico nel fare degli spunti di rara finezza psicologica, grazie Nigel.
    Io sono una che raramente chiede il permesso.... Ho sperimentato l'ebbrezza dei tetti, nel senso proprio....
    Mi sono immedesimata al punto di sperimentare sensazioni che appartengono a loro, esseri condizionati solo dalla propria natura, che, paradossalmente, dona loro libertà anziché costringerli, come possiamo noi pensare...Sorprende anche a me questa capacità di espressione in Italiano, ma è vero che so utilizzare molto bene la mia lingua, e la poesia mi accompagna da quando, a 15 anni, andavo sul tetto del grattacielo del quartiere (10 piani) per dare sfogo alla fantasia...
    Ti ringrazio ancora, il tuo parere vale tanto quanto un prestigioso premio.

    RispondiElimina
  8. Ti ringrazio Gianna per avermi ospitato di nuovo qui, in ottima e squisita compagnia. Auguro a te e a tutti i lettori un fine settimana sereno e colmo di amore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' sempre un'emozione ospitare i fuoi bei versi.

      Elimina
  9. Un momento, in ritardo, ma ci sono anch'io e voglio complimentarmi con l'autrice che ha scritto questi magnifici versi e con Gianna che li ha ospitati.
    Saluti e abbracci.

    RispondiElimina
  10. Una bellissima poesia, molto musicale e scorrevole.
    La libertà di amare senza legami forzati, proprio come i gatti…
    ma sempre con tantissima passione e sensualità.
    Bravissima Gabrielle, complimenti!
    Un saluto a voi :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Betty. hai colto l'essenziale, un abbraccio, buon fine settimana.

      Elimina
  11. Versi che si insinuano con movimenti felini....poesia romantica e perfino , oso dire, simpatica .....mi piace l'idea da cui è scaturita e poi, amo i gatti, in ogni loro manifestazione
    Brava Gabrielle

    RispondiElimina
  12. L'autrice ha espresso nei versi di questa bella poesia sensualità intrigante,
    quel piccolo atto di malizia, che si manifesta le" gatte" sanno ben fare,
    un'istinto interiore e quindi selvaggio come la passione!
    Bella la poesia, e quindi brava l'autrice!
    a presto Gianna bacibaci.
    Gabry

    RispondiElimina