giovedì 7 febbraio 2013

26

POESIE IN VETRINA : CETTINA


     Ho scavato
     nell'anima mia
per trovare
   me bambina:
    le illusioni erano sogni,
 la vita scorreva lieve
come un fiume
 senza onde
acqua limpida
 la mia anima
rispecchiava
 la mia immagine
 radiosa,
tutt'intorno ovattato
 in una pace profonda
solo  pensieri reconditi,
 come ninfe,
danzavano al suono
 di lontane cornamuse...
Ora navigo
 nel meriggio della vita,
un approdo lontano
 appare,
appare e scompare
cancellato da un'onda scura,
forse mi sembra
 di vederlo ancora...
tutto attorno
 s'infittiscono le nubi.
Dove siete ninfe dorate
 dei miei sogni infantili?
Ed ecco il mare
ha fagocitato il fiume,
l'incanto è rotto:
 non posso tornare
 indietro,
le barriere tortuose
 del vissuto
 lo impediscono,
sono state issate
 mura di pietre
in ciascuna è incastonata
 una GEMMA
della mia anima.


26 commenti:

  1. Una vita ad età avanzata che si volta ad osservare la propria giovinezza...non perdendo di vista "...nel meriggio della vita, un approdo lontano..." che "... appare, appare e scompare cancellato da un'onda scura..."
    La consapevolezza però che "... non posso tornare indietro, le barriere tortuose del vissuto lo impediscono..." rendono più forte il presente e l'anima come GEMME!
    Bella Cettina...ci sveli tutto il tuo animo in queste poche righe.
    Ciao Gianna...ancora centro!
    Buona giornata a tutte/i.

    RispondiElimina
  2. Trovo molto bella questa poesia!Mi ci rispecchio parecchio!E sicuramente è lo specchio della vita degli adulti!Da bimbe siamo ignari del mondo e tutto sembra bello e tutto è una scoperta!Da grandi non si può trovare la stessa spensieratezza!A volte pensando al mondo di oggi mi convinco sempre di piu' che i bimbi del duemila non vivono quello che abbiamo vissuto noi e questo mi rammarica.Almeno noi abbiamo dolci ricordi per rifugiarci!Rosetta

    RispondiElimina
  3. ciao Gianna, grazie, questa poesia di Cettina molto bella complimenti, ci riguarda un po' tutti, normale guardarsi indietro e fare confronti, non sempre e' piacevole, anzi molte volte frustrante, questo fatto, secondo me ci carica maggiormente di forza per andare avanti,per non perdere la speranza, teniamo stretto quello che rimane di noi, trovando nuove strade e nuovi spunti, cambiamo solo esteriormente alla fine, quello che abbiamo nell'anima e che ci identifica caratterialmente, lo conserveremo sempre, ciao grazie per questi spunti di riflessione baci rosa buona giornata a tutti.))

    RispondiElimina
  4. Delicata poesia, cara e sensibile amica Gianna, dove il ricordo infantile si mescola con l'attuale situazione di adulto...
    Sempre molto brava!
    Un bacio e buona mattinata...

    RispondiElimina
  5. Ringrazio questi cari amici per le parole lusinghevoli di apprezzamento,ma soprattutto perchè hanno ben interpretato il significato Buona giornata anche alla cara Gianna.Cettina

    RispondiElimina
  6. Bella bella bella...profonda ed allo stesso tempo leggera...come una piuma sull'esistenza di questa vita a volte lieve a volte turbolenta.
    Con la delicatezza che contraddistingue lo scrivere di Cettina trovo che questa poesia sia molto vicina a tanti di noi.
    Centrissimooo Gianna.
    ciaoooo a tutti.

    RispondiElimina
  7. Acqua simbolo di purezza...alla nascita veniamo benedetti con l'acqua per diventare figli di Dio e al nostro "passaggio" veniamo aspersi ancora con acqua benedetta per risorgere a vita nuova. Complimenti e buona giornata ad entrambe.

    RispondiElimina
  8. intreccio di sensazioni,immagini ed emozioni e il sottile rimpianto per quelle ninfe dorate dietro le barriere del vissuto,bella poesia intimistica,
    ciao ragazze,un saluto affettuoso

    RispondiElimina
  9. Spesso ci si volta a guardare il passato,
    ma col trascorrere degli anni tutto cambia.
    Complimenti all'autrice per questa lirica.
    Ciao Gianna. Rakel

    RispondiElimina
  10. Una poesia intimista e scritta molto bene,complimenti a Cettina,buona serata cara Gianna,bacino.

    RispondiElimina
  11. Questa poesia è stupenda… scivola che è una meraviglia… i ricordi infantili colmi di serenità, e l’ansia e la paura che spesso assale tutti noi del futuro, ma non si può più tornare indietro, ognuno ha il suo sentiero da percorrere, chi più tortuoso chi meno…
    Complimenti di cuore a Cettina.
    Un abbraccio alla mia Giannina che posta sempre poesie meravigliose

    RispondiElimina
  12. Poesia struggente nel ricordo del passato, di un'infanzia che non tornerà, di una vita che volge al compimento...complimenti

    RispondiElimina
  13. Il rimpianto è qualcosa che mi inchioda al presente, è ciò di più prezioso non ce nè

    RispondiElimina
  14. Significative immagini e suggestioni visive. La lettura si fa galoppante e impetuosa avviandosi all'ultimo verso ...un po' come la vita che descrive. Brava.

    RispondiElimina
  15. Ieri ho scritto ad un'amica facendo riferimento al nostro passato...stesso tema della bella poesia che scorre come quel torrente fresco e veloce...come il nostro tempo.
    Complimenti a Cettina e a te Gianna per le tue foto.
    Buona domenica ad entrambe

    RispondiElimina
  16. Rinnovo il mio grazie per l'ospitalità alla cara Giannna. Ringrazio tutti coloro, che mi hanno fatto felice leggendo i miei versi e che mi hanno postato il loro gradito commento. Buona giornata Cettina

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' stato un piacere ospitarti qui, cara Cettina.

      Elimina
  17. Ringrazio tutti per i graditi commenti.

    RispondiElimina
  18. Suggestiva poesia, i sogni infantili sono "croce e delizia" per tutti noi divenuti adulti... Andare indietro con la memoria ci riporta al "punto di partenza" e si ripercorre il "viaggio" ( caso, destino, scelte oppure altro?) ... che ci ha portato nel "porto" ove siamo.
    Bellissima, mi ci sono rispecchiata.
    Complimenti Cettina, bacio Gianna...:-)

    RispondiElimina
  19. Come ho scritto da Cettina, le sensazioni che descrive così bene, spesso le provo anch'io; si torna col pensiero ai nostri sogni di bambini, e c'è nostalgia e rimpianto ; occorre sentirsi ancora bambini nel nostro cuore....solo così si può vivere .
    Un abbraccio a Cettina e a Gianna

    RispondiElimina
  20. Il tornare indietro nel tempo serve a farci rivivere delle sensazioni perdute ed a rinnovarci.Un bacio a tutti

    RispondiElimina
  21. Mi ritrovo in questi versi, a volte ci sono momenti in cui l'anima vorrebbe tornare piccola e sentire ancora la dolcezza dei sogni di bambina...la vita inevitabilmente fa deviare la nostra strada rispetto ai nostri desideri, non sempre e non del tutto per fortuna, ma spesso si.
    Però il finale della poesia lascia un sorriso, almeno a me: quelle gemme dell'anima incastonate nelle pietre delle mura che via via si sono innalzate fanno capire che in noi c'è sempre spazio per un pò di luce pura, del cuore.

    Complimenti a Cettina e a te Gianna per questa vetrina che dà la possibilità di leggere cose belle.

    RispondiElimina
  22. Grazie a tutti.Un abbraccio Cettina

    RispondiElimina
  23. Arrivati ad un certo punto e bello fermarsi un attimo e ricordare
    il passato senza rimpianti anzi valorizzare le cose positive ed accettare
    quelle negative per poter continuare sereni il cammino
    complimenti a Cettina.
    Ciao Gianna.

    RispondiElimina