mercoledì 4 aprile 2012

51

POESIE IN VETRINA : ACHAB


Legato e steso su una croce,
oscurava il suo viso il braccio che partiva dall'alto
 e la mano stingendo il martello
 con precisione arrivava sul chiodo
un colpo secco a penetrare carne
lacerare tendini
frantumare ossa,
il chiodo era entrato e così per l'altra mano
cercarono di metterlo ritto sulle gambe,
a stento riuscirono,
con insulti lo invitarono ad avanzare,
la folla seguiva il teatro della assurda morte 
tra lacrime e preghiere,
una donna spiccava tra le altre,
era Maddalena,
un fiore carnale di rara bellezza,
piangeva sapendo di perdere il suo salvatore,
parenti e amici cercavano di sostenerlo
 e lui avanzava 
brancolando nel buio della sua mente,
un soldato lo fermò
 e mise sul suo capo una corona di spine 
in omaggio alla verità,
nulla,
neanche il dolore riuscì a togliere la bellezza 
del suo immacolato e pallido viso,
era ormai rapito dall'estasi divenuta sofferenza,
avanzava senza vedere.

A fatica i soldati cercavano di tenere a bada la folla,
in segno di sfregio uno di loro sputò sul viso del povero uomo,
gridando parole sconce lo colpì con una frusta sul costato,
una due tre volte e l'uomo cadde a terra,
si rialzò da solo,
la sua forza veniva meno,
lacrime a fiumi per le donne che erano lì,
piangevano il loro figlio,
il loro idolo,
il loro presunto amore,
il loro salvatore,
tutti,uomini e donne a dire, 
quello era mio figlio,
io sono stato suo padre,
 io sono stata sua madre.
Arrivato sulla cima del monte
lo misero dritto,
i suoi occhi erano vivi
e il cuore batteva  forte,
lo picchiarono ancora
 ma lui non sentiva più il dolore.
Unirono i piedi con una cordicella
 e poi un chiodo a tenerli fermi.
La rappresentazione esaltatoria del sacrificio
 per tutti noi,
molti andarono via ma arrivarono altri a salutarlo
 e dirgli grazie,
lui si girò verso il sole e chiuse gli occhi sorridendo.
Legno santo



51 commenti:

  1. Prosa emozionante, rispecchia La Passione, densa di umanità, di dolore e di sofferenza.
    Abbiamo tanto ... per riflettere e possibilmente migliorarci e risorgere a vita nuova.

    Grazie Achab

    RispondiElimina
  2. Più i giorni si allontanano dal giorno della Sua Crocifissione più l'uomo, dimenticando, si allontana dalla salvezza resa possibile dal Suo Sacrificio. Comincio a credere(in verità da un pò ormai) che sia morto invano. Grazie di questo post... "promemoria". Un saluto ed un augurio di Buona Pasqua ad Achab e Gianna.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. No, non è morto invano, nostro Signore, caro Pino.

      Forse solo per alcuni...

      Elimina
  3. Emozionante la poesia di Achab la cruda realtà di una vita data per salvare i nostri peccati. Grazie cara Gianna che hai condiviso tutto in questo tuo post.
    Tomaso

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Tomaso, quanto ha sopportato e sofferto Gesù per noi...

      Elimina
  4. Post grandioso!
    Fa riflettere sulla conduzione della propria vita!
    Buona Pasqua con tutto il cuore!
    Un abbraccio cara Gianna.
    Beatris

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Beatris.
      Felice e Santa Pasqua a te!

      Elimina
  5. ciao stella, grazie molto vera questa poesia di Achab, anche cruda, volutamente penso per farci capire la sofferenza e le atrocita' vere che gesu' ha subito, bravissimo come sempre...
    Buona Pasqua a tutti e a te baci rosa.))

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Rosa, ricambiamo di cuore.

      Elimina
  6. L'aspettavo...fin da quando l'ho letta da Achab. Coinvolge emotivamente, e in modo profondo , nella sua interezza. E, anche, per il risvolto così umano e carnale!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Avevo avvertito Massimo che l'avrei pubblicata durante la Settimana Santa.

      Elimina
  7. Esser atea non vuol dire non apprezzare uno scritto così sentito.
    Massimo è un grande nel trasmettere emozioni.
    Il mio inchino, Capitano, e i miei più sinceri AUGURISSIMI per la Pasqua!

    AUGURONI anche a te dolce Gianna e a tutti i lettori di questa stupenda vetrina!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. I tuoi auguri sono molto graditi, carissima Elisena.

      Elimina
  8. Non riesco a leggere questa poesia di Achab, senza soffrire.... un dolore indicibile come quello che di certo ha avuto lui scrivendola: coinvolge totalmente. Un bravo all'autore, e a te Gianna che l'hai scelta per rappresentare la Settimana Santa.Un abbraccio a entrambi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Condivido il tuo pensiero, Paola.

      Elimina
  9. Massimo è una persona sensibile...questa sua lirica fa soffrire, gioire, meditare.Un uomo "Nostro Signore" che ha dato la sua vita per il bene dell'umanità

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Simo, ho avuto modo di conoscerlo...hai ragione.

      Elimina
  10. Ciao Gianna,grazie cara amica per avermi ospitato ancora in questo tuo meraviglioso blog,e grazie anche alle persone che hanno commentato,sono commosso per le parole che leggo,auguri a te cara Gianna e auguri a voi tutti,grazie di cuore,vi abbraccio.

    RispondiElimina
  11. Complimenti Achab... c'è molta passione...

    RispondiElimina
  12. Avevo già letto qualche altra lirica di Achab, ma credo che questa le superi tutte.
    La sofferenza come riscatto, la morte che genera la vita...e tutte le contraddizioni del genere umano!
    Buona e serena Pasqua Achab, a te Gianna un grande bacione.

    RispondiElimina
  13. Achab è davvero geniale con le parole, a descrivere sensazioni maniera tattile e viva... le senti scorrere sulla pelle... Tutti i miei complimenti! E grazie Gianna per questo meraviglioso regalo!
    Un abbraccio!

    RispondiElimina
  14. Buona Pasqua e complimenti...

    RispondiElimina
  15. Molto bella questa lirica di Achab.Buona Pasqua!!!

    RispondiElimina
  16. Una lirica che mette a nudo tutta la cruda atrocità della passione di Cristo per la nostra salvezza... complimenti ad Achab.

    Un saluto a tutti ed augurissimi per una serena e Santa Pasqua, e a te Stella un abbraccio!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Gabry.

      Lieta e santa Pasqua a te!

      Elimina
  17. è una poesia molto forte e bella, che ti fa venire i brividi
    Tanti auguri stella

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vero, Carmine.

      Lieta e santa Pasqua a te!

      Elimina
  18. Serena Pasqua Gianna. Auguri
    Maurizio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Felice e santa Pasqua a te e famiglia.

      Elimina
  19. Grazie a tutte le persone che hanno commentato,ho provato una forte emozione a scrivere il testo,a tratti mi sono fermato per quello che la mente vedeva attraverso le parole di questa storia nella storia di nostro signore Gesù Cristo,
    la sofferenza di un uomo morto per tutti e per la verità,mi piace pensare e credere che non sia morto invano e questo lo credo veramente e lo vedo in molti,nell'amore che esiste,nella purezza di un sorriso,nel dare senza aspettare di ricevere.
    Auguri di una serena Pasqua cara amica Gianna e auguri a tutti voi.

    RispondiElimina
  20. Grazie stupendo amico!

    Felice e santa Pasqua a te e famiglia.

    RispondiElimina
  21. Ciao Gianna, mi fa piacere rileggere qui il coinvolgente racconto di Achab.
    Mi ha emozionato fino alle lacrime, ho sentito tanta rabbia, poi ho liberato il pianto che si è trasformato in dolce accettazione...è un percorso molto difficile quello di rendersi degni a tale sacrificio, ma credo, come Achab dice, che l'amore esiste in tanti di noi.
    Tanti auguri di Serena Pasqua a te e a tutti voi.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Soledoro, la tua reazione è stata anche la mia.

      Serena e Santa Pasqua.

      Elimina
  22. Un solo rigo di commento: mi sono commosso.

    Grazie al poeta per questa stupenda "laude".

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Detto da te...niente da aggiungere.

      Elimina
  23. Immagini vive di una Passione che solo animi sensibili riescono a renderle tali.
    Complimenti ad Achab.

    Buona Pasqua a tutti.
    Buona Pasqua a Te e alla Tua famiglia cara Gianna
    Un abbraccio

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie e ricambio gli auguri di una serena e Santa Pasqua.

      Elimina
    2. (¯`•.¸Buona Pasqua Stella¸.•´¯)¸.•´¯)¸.•**•.,¸¸,ø¤º°`*`°``

      Elimina
    3. Grazie infinite, ricambio di cuore.

      Elimina
  24. Bellissima poesia...scritta con il cuore...
    Achab è un poeta dal cuore colmo di emozione ... è fantastico, leggere le sue poesie è come calarsi in un mondo abitato da creature sensibilissime.
    Vorrei scrivere altro ... ma non ho molte parole in questo periodo....
    Sono come "inabissata":-)
    Complimenti Massimo.
    Ciao a tutti!

    RispondiElimina
  25. Grazie cara Miryam,sei molto gentile e le tue parole mi toccano,ti ammiro,pure io alle volte sono assente in certi periodi,ti abbraccio con affetto.

    RispondiElimina