domenica 18 dicembre 2011

12

NATALE IN VETRINA : Soledoro



Sfavillio di lucciole l'albero manda
Aroma caldo di mele cotte e ambra
  Profumano la stanza
Riflessi di fuoco danzanti nell'ombra
E l'attimo puro di magica attesa

Si ode lontano accordo argentato
Dalla  finestra dal gelo dentellata
Osservo la scia di stelle dorate
Ma come? E' già passato?
A me niente ha lasciato?

Smarrita mi sento un solo momento
All'uscio di casa sento bussare
Mi guardano tutti con occhi felici
Bambini con visi dipinti di gioia
Il canto si alza al cielo eterno
Io sento nel cuore dolcezza infinita
Il dono aspettato mi è stato dato
Il dono più grande, più caro, la vita.

12 commenti:

  1. Una poesia profonda e cullante, complimenti

    RispondiElimina
  2. Mi piace vedere qui da te questa bellissima poesia di Soledoro, ricordo che l'avevo vista nel suo blog.
    Grazie cara Gianna di averla pubblicata qui.
    Tomaso

    RispondiElimina
  3. Un componimento sul Natale inedito, inconsueto, con una descrizione fedele, fatta di immagini nuove ed originali, che dischiudono un mondo magico, incantato, direi onirico, com'è appunto il Natale, una ricorrenza fugace, da sogno, ammantata di luci, sfavillii, doni e buoni propositi (effimeri e spesso traditi).
    L'unico dono vero, importante, sul quale l'autrice invita a riflettere, è quello della vita.
    Con questi versi Soledoro conferma la propria sensibilità di poetessa e di donna.

    RispondiElimina
  4. Olá Gianna! Passando para te desejar um ótimo domingo e uma ótima semana, e apreciar este belo poema, fruto das tuas acertadas escolhas.

    O Natal está chegando, mais um final de ano que aos poucos vai se aproximando, e cada vez mais forte está a minha esperança do dever cumprido neste 2011. Procurei fazer o possível para agradar, tanto com o que postei de terceiros, quanto com as ínfimas baboseiras que criei.

    Hoje estou iniciando uma pausa para descansar um pouco a cuca e a carcaça, analisar os erros e os acertos, e dar uma arrumadinha no nosso humilde espaço, prometendo, se “DEUS” quiser, retornar em janeiro para dar continuidade às atividades.

    Aproveito a oportunidade para apresentar as minhas desculpas àqueles que, de alguma forma, não agradei com as minhas postagens, e agradecer a todos indistintamente, amigos(as) e seguidores(as), pelo carinho, compreensão e, principalmente, pelo grande apoio que é de vital importância neste mundo virtual, esperando no próximo 2012, continuar sendo merecedor dessas ímpares e valiosas companhias. Muito obrigado de coração.

    A todos, um “Maravilhoso NATAL” e um “Fantástico ANO NOVO”, não com fortuna, mas, com muitas felicidades.

    “QUE 'DEUS' SEJA LOUVADO”

    Arte & Emoções
    Rosemildo Sales Furtado.

    RispondiElimina
  5. complimenti è una bellissima poesia
    dopo il commento del guardiano cosa aggiungere più!
    ciauuu

    RispondiElimina
  6. Caro Rosemildo, por favor Essert para me abalar.
    Desencorajado sei, mas você tem que comer a força.
    Praticamente o mundo nem sempre somos compreendidos temas.
    Que nos ama, nós sempre seguir.
    Além disso, você o Augur, harmonia, serenidade e amor.
    Boas Festas e Feliz Ano Novo 2012!
    Abraço-vos.

    RispondiElimina
  7. Ciao Gianna,una poesia molto toccante questa di Soledoro,mi ha sorpreso il finale,complimenti a lei,belle anche le poesie sotto.
    Buona serata cara Amica,un abbraccio con affetto.

    RispondiElimina
  8. SEMPRE SFAVILLANTE ...e sempre di più con ogni nuova pubblicazione. Grazie Gianna . E ...grazie a Soledoro.

    RispondiElimina
  9. Grazie a tutti voi e Buon Natale!

    RispondiElimina
  10. Ciao Soledoro, un bel dono la vita ed anche la dolcezza ritrovata in questa tua poesia!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Versi dettati da un animo gentile e sensibile: il dono più bello è di certo la vita, e, anche se un Natale passa senza soddisfare le nostre aspettative, i nostri sogni, abbiamo sempre la vita ed è ciò che più conta. Brava all'autrice!

      Elimina