martedì 25 ottobre 2011

18

POESIE IN VETRINA : ACHAB


Ti sento dentro di me


Io odo il tuo respiro
non amo barattare le conchiglie
con granelli di sabbia
nemmeno a me posso dire quello che sento
è clemente il tempo?


io odo il tuo silenzio
come un lamento la porta si chiude alle spalle
ho visto molti che si credevano veri ma erano statue
è immutabile la dipendenza dalla sofferenza
non ci è consentito sbagliare più di una volta


Io odo il tuo passo
dentro le allegre giornate
di una lacrima incerta che non vuol uscire
di un labirinto buio e senza luce per non uscire più
c'è foschia nei cuori


io odo il vento
veloce e silente non ci sorprende
le tempeste hanno un aspetto solenne
fertile e gravida è la mente
stringiti a me


io odo il tuono
sei agitata come lo sono io
il sangue gira nelle vene e pulsa
brividi perversi e immacolati scendono a patti
le ombre dipingono un sogno per noi


Ti sento dentro di me.

18 commenti:

  1. ciao stella grazie ancora per questa e per tutte le poesie che pubblichi, questa di Achab e' molto intensa, passionale,vera, sentita, trasmette molte emozioni e considerazioni comuni a molti di noi, complimenti, ciao a presto rosa buona giornata:9

    RispondiElimina
  2. achab ha scritto "quasi col sangue" queata poesia.
    Sbalordita di tanta espressione passionale.
    complimenti...

    RispondiElimina
  3. Condivido quello che ha scritto Rosa: sono versi intensi, quelli di Achab, degni della miglior poesia, una poesia di "taglio" moderno, dal contenuto ermetico.
    C'è forza in questa lirica, passione e incertezza per qualcosa che è in bilico, come sono a volte i rapporti d'amore.
    Riuscitissima la chiusa: "brividi perversi e immacolati scendono a patti / le ombre dipingono un sogno per noi" in cui a dominare è ancora il silenzio, forse proprio quello dell'incomunicabilità.

    RispondiElimina
  4. solo la vera poesia salva l'anima e rende lo
    spirito libero.

    RispondiElimina
  5. Cara Gianna non aggiungo nulla, coloro che mi hanno preceduto la hanno bene valutata questa bella poesia.
    Posso aggiungere che la tua vetrina è ottima!
    Tomaso

    RispondiElimina
  6. Ciao Gianna,
    già avevo espresso il mio pensiero ad Achab, ma voglio ripeterlo anche da te che hai fatto benissimo a pubblicare questa poesia che è BELLISSIMA.
    Achab è un grande che sa che cosa vuol dire sapere amare con dolcezza, passione, tenerezza.
    Le sue sono parole che regalano emozioni.
    Ciao un abbraccio a te ed ad Achab.
    Bruna

    RispondiElimina
  7. Ciao Gianna,grazie di questa bella sorpresa,stare qui in questo blog per me è una cosa meravigliosa,
    grazie a tutte le persone che hanno commentato.
    Buona serata cara.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  8. non mi perdo neanche una delle poesia di achab perchè dietro l'anima del poeta intravedo un uomo sensibile e profondo...
    un abbraccio ad achab e a gianna!

    RispondiElimina
  9. Un grande uomo possiede anche una grande anima e quella di Massimo è veramente infinita!
    Elisena
    Un bacione Stella

    RispondiElimina
  10. Achab supera sempre Massimo, cioè se stesso.
    Questa lirica è forte e "cruenta", passionale fino allo spasimo del respiro e, come in un moto circolare, vi è adagiata dentro una dolcezza infinita.
    Udire attraverso l'anima fusa con il corpo,( sintesi perfetta di biologico e psichico)... il respiro, il silenzio, il passo dell'altro attraverso punti di incontro respirati nell'insieme di immagini quasi surreali sottolineano una passione fortissima che, tuttavia, non è cieca e coglie le sfumature incerte che un legame porta con se..."c'è foschia nei cuori" .
    Le ultime due strofe suonano come un sigillo, un marchio di protezione ... il vento che porta tempesta, il tuono che fa agitare il sangue ... rendono l'idea, anche se coperta da un ermetismo a tratti molto intenso, di un finale travolgente passionalmente, volto a cancellare le ombre dei respiri, dei silenzi, dei passi.
    L'ultimo verso ne è la naturale conseguenza.
    BELLISSIMA. Complimenti Massimo.
    Baci Gianna :)

    RispondiElimina
  11. Achab è un uomo ricco dentro e lo esterna con tocchi soavi e profondi...che brividi! Complimenti

    RispondiElimina
  12. una vera passione questa poesia!! molto intensa!!
    complimenti Achab!!
    ciao stellina buon pomeriggio :)

    RispondiElimina
  13. delicata e piena di passione,una poesia intensa,grande Achab

    RispondiElimina
  14. E'raro che i versi di una poesia siano contenuti a pieno significato nel titolo.
    Il sentire dentro sè l'altro come fuso nel proprio essere, e avere la capacità di percepire come proprie con tanta forza e passione le sue emozioni è la fortuna, perchè di fortuna si tratta, di sapere amare davvero.
    Complimenti ad Achab per questo Suo meravigloso sentire.

    Ciao Gianna, sempre in gamba Tu :)

    RispondiElimina
  15. Grazie a tutte le persone che hanno commentato il mio testo,le vostre parole hanno toccato il mio cuore,grazie cara Amica Gianna della tua accogliente ospitalità.
    Buona serata.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  16. ciao...davvero una poesia intensa e stupenda... Achab riesce a parlare intensamente in modo leggero e delicato.... ciao..luigina

    RispondiElimina
  17. Intensa e passionale: bellissima :)

    Un abbraccio S.

    RispondiElimina
  18. Leggere le poesie di Achab è sempre per me un piacere: è così pieno di ardore, e quel ritmo che si fa sempre più incalzante riesce sempre a coinvolgermi.Ancora una volta mi sono emozionata.

    RispondiElimina