sabato 16 aprile 2011

12

POESIE IN VETRINA : ADAMUS


Voluttà

Esili mani bianche porgono gaudenti carezze

Neri capelli s’insinuano tra labbra voraci

Lesti respiri percorrono sentieri di cute fremente

Ardori mai sopiti si donano a lascivi attimi

E come la pioggia placa la sete al prato

Tu disseti la mia brama

sei cibo per occhi

affamati di soavità antica

l’incanto della primavera

Spuma dell’onda

che svanisce e ritorna

Ti cerco in ogni attimo del mio vivere

Mi addormento pensando ai Tuoi occhi

per ritrovarli dentro un sogno.

12 commenti:

  1. Ho già commentato questa splendida poesianell'eleganza garbata dell'interminabile sentimento ke continua a vivere dopo la carnalità nel sogno!
    Complimenti Adamus!
    Buon fine settimana Stella
    Elisena

    RispondiElimina
  2. Szép, szép, szép!
    Buon week end a tutti!

    RispondiElimina
  3. Capperi che botta di adrenalina!

    RispondiElimina
  4. eilah...pero'...brrrrr mi vengono i brividi.
    Complimenti Adamus.
    Approfitto per augurare una serena Pasqua..magari non riesco più a passare.ciaoooooooooo auguroni

    RispondiElimina
  5. ....antiche reminiscenze che riaffiorano con questi versi che Adamus giustamente e magnificamente ha immortalato, utili da rileggere nel tempo .....:) :) ;)

    RispondiElimina
  6. Una poesia molto bella,scritta con passione vera,complimenti Adamus,bello e grandioso il finale,grazie delle emozioni.
    Buon fine settimana Stella.

    RispondiElimina
  7. Bella e sensuale!!! Complimenti!!!

    RispondiElimina
  8. Olá Stella! Eis que nos presenteias com mais uma das tuas escolhas. Belo poema, dotado de muita sensualidade.

    Beijos e ótimo domingo pra ti.

    Furtado.

    RispondiElimina
  9. Grazie a tutti , un bacio a Stellina.

    RispondiElimina
  10. Un componimento poetico decisamente forte passionalmente.
    A cominciare dal titolo che indica un piacere intenso, vivo fisicamente ma che può essere inteso anche spiritualmente.
    Una ardente passione che va oltre il semplice amore ..."Come la pioggia placa la sete del prato" ... è una similitudine emblematica per rivelare la forza di questo attaccamento paragonato alla stessa vita e alle sue principali funzioni vitali.
    La chiusa riveste la poesia di profonda spiritualità. L'immagine degli occhi, specchio dell'amore e cuore della passione, racchiusi dentro che accompagnano il sonno e la "notte" dei sogni.
    Meravigliosa voluttà nella sua "realtà" poetica e nel suo profondo lirismo.
    Ben costruita, fluida...lascia un incantesimo forte d'amore. Stilisticamente l'accosterei alle poesie di Pablo Neruda.
    Complimenti Adamus, davvero bella!
    Un bacione Stellina ed un saluto a tutti i lettori di questo meraviglioso blog.

    RispondiElimina
  11. E' una poesia così colma d'amore; l'ho letta anche da Adamus e ne sono rimasta colpita. Complimenti all'amico poeta, che sa esprimere con semplicità ma molto intensamente, sensazioni stupende.

    RispondiElimina