giovedì 17 febbraio 2011

15

POESIE IN VETRINA : SABRINA



Prosa poetica (Stella)

Nascerà dal grembo di questa fine inverno e porterà afrodisiaco abbandono.

Torneremo a mangiare pane e cielo e potremo ingoiare anche le nuvole.

Ci lasceremo prendere tra le braccia da rime di vento.

Sulla pelle già sento le tentazioni di questa primavera prematura, distesa, mezza chiusa e suadente.

Seminascosta da una maschera di Carnevale, che la guardi negli occhi, ma non sai mai esattamente chi c'è là dietro.

La sto già inventando piano piano con la fantasia, la immagino dentro ogni cosa, impigliata tra i capelli che mi guizzano indisciplinati intorno alla fronte; la immagino tra vampate di giallo, di rosso e d'arancio.

Galleggiare dentro la luce, dentro carezze leggere, ricamate sulla pelle.

Dentro promesse che battono forte di nuove emozioni.

Tra nostalgie, amnesie, tra eccesso e mancanza, tra sensazioni che traboccano e la consapevolezza che bisogna saper ridere di quasi tutto, per poter alleggerire il troppo.

La immagino nelle piccole fughe, nel bel mezzo di un pomeriggio qualsiasi, per un caffè con la panna al bar del paese accanto, e la farina e le uova da comprare al supermercato, per farci cose buone per il corpo e per lo spirito.

La immagino quando ti inviterò ad andare per campi, a raccogliere il tarassaco e la bellezza delle cose semplici.

E quando, come adesso, indosso la luminosità di mille sorrisi


e tu dici che assomiglio al sole che sorge,

mi fai sentire piccola e disarmata,

da cadere nei tuoi occhi,

forse anch'essi un po' maghi.


15 commenti:

  1. che piacevole musicalità, dall'aria fresca e sensuale
    complimenti Sabrina

    RispondiElimina
  2. complimenti sabrina!! buona giornata, un bacio a stella!!

    RispondiElimina
  3. Stella, grazie per avermi regalato questa ennesima emozione, non sai quanto mi hai fatto felice! Sei unica!
    Un abbraccio
    Sabrina

    RispondiElimina
  4. Ciao Stella,questa poesia è come un poema antico,un inno alla natura e al rinnovo,ci sono parti del testo che ricordano sensazioni uniche provate nel passato,ma ancora scolpite nella mente,ma che tornano nel nuovo percorso che ci porta la nuova stagione,un testo scritto con molto amore e una notevole forza emotiva,sembra di sentire i rumori e profumi della natura quando si legge,un rincorrersi di emozioni in un vortice di sensazioni vere.
    Complimenti a Sabrina.
    Buona serata Stella.

    RispondiElimina
  5. Bellissimo commento achab, grazie!

    RispondiElimina
  6. Io volevo ringraziare Gabe, Nanussa e Achab per le loro belle parole e grazie a te, Stella, ho scoperto il blog di Achab!
    Bacioni da Sabrina

    RispondiElimina
  7. Splendido questo sogno di primavera: l'ho assaporato in ogni particolare poiché è rande anche dentro di me la voglia della bella stagione.. ed ho provato sensazioni particolarmente coinvolgenti. Brava Sabrina. Brava Stella che ce l'hai proprosta

    RispondiElimina
  8. Amiga, voltei...
    Gosto da primavera, do campo, das flores e do perfume que fica no ar...
    Amei seu texto.
    Bom fim de semana!
    Beijinhos.
    .♫♫° ·.
    •♫♫•.¸ღ¸.•♫♫•.¸
    °º♫ Brasil
    ❤.....

    RispondiElimina
  9. Su paperblog si legge:

    I PIU' LETTI DI POESIE

    * Del giorno
    * Della settimana
    * Del mese

    * "BROKEN WINGS": FANTASTICHE VISIONI da Alessandro
    * c'era un camminare un tempo da Carosella
    * POESIE IN VETRINA : SABRINA da Stella2
    * Beat Conversation da Villa Telesio

    RispondiElimina
  10. Complimenti Sabrina e sono felice pure io, perchè ho scelto bene...

    RispondiElimina
  11. Che meraviglia di brano...ma anche questa è poesia, senza ombra di dubbio!
    La primavera è tutto ciò che Sabrina ha descritto in modo così romantico.
    Complimenti!

    RispondiElimina
  12. Che soave Primavera questa di Sabrina, sembra di sentirne il profumo... una carezza per l'anima in questo giorno di pioggia incessante.
    Brava Sabrina .

    In questo Tuo blog vengo sempre per cogliere un tenero sorriso e lo trovo sempre :)
    Un bacio Stella

    RispondiElimina
  13. La primavera incipiente risveglia una moltitudine di sensazioni, colori e sapori che l'inverno ha mortificato.

    Prosa poetica ricca di immagini e di musicalità.

    Bella composizione :-)

    RispondiElimina
  14. Ciao Stella,per Sabrina:è stato un piacere anche per me incontrarti nella vasta marea dei Blog,si Stella ha molti meriti,e uno di questi è unire le persone in questo fantastico e meraviglioso salotto poetico.
    Buon fine settimana cara Stella.
    Un abbraccio.

    RispondiElimina