domenica 23 maggio 2010

11

POESIE IN VETRINA : DESDEMONA

...il volto di un Angelo



Era così buia la strada intrapresa
camminavo, camminavo nelle tenebre
in cerca di uno spiraglio di luce..
un poco di luce ..

un poco di luce in mezzo a tanto buio
un sorriso,
una carezza
il volto di un Angelo
mi guardo alle spalle
ci sono tante orme accanto alle mie
non sono stata mai sola
eravate silenziosi
da avermelo lasciato credere
ma ora grazie a tutti voi.. è tornato il sole.

11 commenti:

  1. E' una poesia bellissima...Ho sempre creduto negli Angeli, ne sento il loro soffio leggero, e ogni giorno sono in comunione con loro. Il mio blog The room of Angel
    lacameradegkiangeli. E' nato per questo. per far sapere i loro messaggi, per far conoscere sempre di più.
    E questa poesia, oggi é piovuta da un Angelo che te l'ha ispirata Desdemona.
    Un abbraccio a te e a Stella
    Lilly

    RispondiElimina
  2. Ciao Stella.
    Bella questa poesia.
    Anche io credo che c'è sempre una mano invisibile che ci accompagna e ci sostiene soprattutto nei momenti difficili.
    Mi piace molto ricordare (soprattutto a me stessa)la storia delle ORME sulla spiaggia con Gesù.
    Un bacio.
    Nunzia

    RispondiElimina
  3. Non siamo mai soli ... è proprio vero.
    Molto bella ;)

    RispondiElimina
  4. Bella questa poesia,molto intima e fluida nella lettura.
    Complimenti a Desdemona.
    Ciao cara Stella.

    RispondiElimina
  5. Per certi versi e volando molto più basso,la poesia potrebbe essere di buon auspicio per Anno zero e Santoro.

    Buon inizio di settimana a te,

    && S.I. &&

    RispondiElimina
  6. ciao... una poesia davvero delicata...non siamo soli..c'è sempre una presenza invisibile che ci accompagna..ciao..Luigina

    RispondiElimina
  7. Minha amiga Stella! Aqui estou escrevendo só para registrar a minha presença. Não sei o que ocorre, mas infelizmente não dá pra ver a tua postagem, pois ela não aparece. Somente aparece a imagem.

    beijos,

    Furtado.

    RispondiElimina
  8. Cara Desdemona,
    naturalmente la poesia è tua e tu sai cosa te l'ha ispirata ma io ci vedo, in quelle orme, percezioni profonde della nostra multipersonalità. Complimenti.

    RispondiElimina
  9. Grazie amici.
    Un bacione a tutti.

    RispondiElimina
  10. Questa bellissima poesia tratta il tema "apparente" della solitudine che si "respira" quando davanti a noi vediamo solo buio e cerchiamo la luce, un qualche spiraglio che ci faccia uscire dall'isolamento dell'anima nel quale,senza neanche saperlo, ci siamo catapultati.
    E lo spiraglio di luce non lo si intravede fino a quando non "apriamo gli occhi" e finalmente ne siamo accecati.
    Solo allora ci rendiamo conto che quella luce non era mai mancata. E ci accorgiamo delle orme accanto, orme di "angeli" che ci hanno accarezzato, sostenuto, compreso nel silenzio, aspettando il momento per rivelarsi, per irradiare la luce che non era mai mancata.
    Quel sole stupendo, acceso dagli "angeli" dell'amicizia, dell'amore,della speranza, che non ci abbandona mai e che è meravigliosamente caldo quando, riuscendo a vederlo,ci colpisce in pieno viso e ci fa sentire vivi e mai soli.
    Una bellissima poesia che cattura il lettore e gli riflette la dolcezza della speranza e della fiducia nel prossimo.
    Complimenti a Desdemona che ha saputo descrivere molto bene "inafferrabili" emozioni.
    Baci Stellina!

    RispondiElimina
  11. @Maga di Endor, Zula73,zoe,achab,Ivo,Lui,Rosemildo, Marina e Miryam.

    Grazie a tutti per aver condiviso con me le emozioni trasmesse attrraverso le mie parole.

    RispondiElimina