venerdì 9 aprile 2010

13

POESIE IN VETRINA : LEONE





Le cose un tempo
Lontano
Erano lì
Da ammirare
Avvolte
Dall'azzurrità.
Nel sole.
Come sospese
In un mistero
Antico, Umano
La voce del vento
Parole
Della Divinità.

L'Intelligenza
Separa il Tutto
A formule di Niente.
Inutilmente.
Mai svelerà l'Arcano

13 commenti:

  1. Belo, amiga! Congratulations!

    RispondiElimina
  2. Quando la bellezza dei ricordi,rimane avvolta
    in un velo di mistero e la realta' continua il suo viaggio,senza intaccare i nostri sogni....ecco quello che visivamente mi ha regalato questa lirica.
    Bellissima e profonda,denota leggerezza e purezza dei sentimenti.Complimenti,Leone

    RispondiElimina
  3. L'eleganza di un ricordo,
    racchiusa nella semplicità e nella cura delle parole usate per esprimere un sentimento molto forte.
    Leggendola ho percepito profumo di antico, come i cassetti della nonna, quando li aprivi, e sapevano irrimediabilmente di lavanda...

    Notte zia Stellì,
    ultimamente sto facendo il pienone di lettura qui da te e lasciarmi andare è diventato facile, non c'è come inziare.
    Avevi ragione tu!
    Smak,
    Alexia

    RispondiElimina
  4. C'è un forte riflesso nostalgico in questa poesia per come era un tempo percepito il mondo semispirituale da parte dell'uomo.
    I "fenomeni",anche riguardanti le cose semplici,come l'osservare il cielo e le nubi, l'ascoltare l'ululato del vento,restavano "noumeni" avvolti in misteri che apparivano "grandiosi",di origine divina agli occhi ingenui dell'uomo che, prima dell'avvento della tecnica,poteva unirsi metaforicamente all'assoluto e ritrovare in esso se stesso, la propria anima, la propria essenza, la spiritualità ibrida con le meraviglie del creato.

    Con l'età della scienza e l'ascesa della tecnica, si è cercato di andare anche oltre il sensibile e smantellare le "incertezze"... separando quell'antica unione spirituale dell'umanità con la natura ...ed anche se non si potrà arrivare a svelare i "misteri", rimane la nostalgia per quel legame che, cmq si è notevolmente affievolito con l’epoca della modernità. Molto profonda, denota una interiorità dirompente e un forte legame con la natura intriso di “rimpianto”
    Uno stile essenziale e fluido che rende il pensiero "bello e pulito", scevro da retorica che conquista il lettore ed induce alla riflessione.
    Un bel "pezzo", lodi a Leone!
    Baci Stella!

    RispondiElimina
  5. Ciao Stella,bella poesia di Leone,la lettura porta in luoghi inesplorati,complimenti.
    Buon fine settimana Stella.

    RispondiElimina
  6. Alexia, chi ben comincia è alla metà dell'opera.

    RispondiElimina
  7. Passo per caso in questo sito che trovo davvero bello.
    Poesie autentiche che mettono gioia e colore.
    Mirella

    RispondiElimina
  8. Grazie Stella dell'inaspettata vetrina.Grazie per tutti i commenti,alcuni mi fanno capire che devo migliorare il senso di ciò che intendo dire ma trovare le parole giuste non è sempre facile.

    RispondiElimina
  9. Leone a volte sei ermetico...non farti problemi...ognuno interpreta soggettivamente una poesia.
    A questo punto ben venga che tu commenti i tuoi versi.
    Mi piacerebbe, ci piacerebbe...
    Grazie!

    RispondiElimina
  10. Ok, Stella.Proverò a buttare lì sinteticamente e alla rinfusa certi concetti.La poesia per me deve avere prima di tutto "musicalità", che deriva dal ritmo del verso e dalla scelta delle parole, sui quali, personalmente, mi impegno molto(raramente con piena soddisfazione...in questo, poeta e compositore si somigliano,cercano entrambi la nota perfetta..). L'oggetto poetico deve rispecchiare carattere e cultura della persona,impossibile che abbia una resa qualcosa che non si è vissuto personalmente e profondamente ma la spinta per i migliori risultati la danno le emozioni.Insomma la mente è lì,meglio se è ben allenata e brillante ma è il cuore il "generale" che decide quando inizia la battaglia...Dimenticavo la cosa più importante:secondo me chi scrive poesie e tutti quelli che sentono la necessità di mostrare agli altri il frutto di qualche loro creatività,hanno una forte componente narcisistica nella personalità e un desiderio di piacere agli altri(anche quelli che scrivono di tormenti del cuore e di tristezze esistenziali):-))

    RispondiElimina
  11. Grazie Leone, per avere accolto il mio invito.

    RispondiElimina