lunedì 5 aprile 2010

16

POESIE IN VETRINA : ALEXIA

Non passò giorno

da quando ciascuno prese la sua strada
che cercò in ogni modo
di farle sapere
che lui c'era e ci sarebbe stato
sempre

per sempre...




Odiarla
fu sicuramente più facile che
amarla...
da quel giorno
il suo unico scopo fu quello di farle assaporare il male
che lui aveva subito ingiustamente.

Cercò qualsiasi parola
immagine
strada
messaggio
via
per farla cadere in trappola.
Voleva
ad ogni costo farla soffrire.

Non vedente
lei
ci cascò
così tante volte
che rischiò davvero di farsi molto male.

Quando le aprirono gli occhi
si rese conto
di quale era la verità...
iniziò così
un lento processo di redenzione
nel quale
iniziò
a provare quell'odio
per chi
non l'aveva amata mai.

La luce si fece strada in mezzo a tanto buio
e troppi inutili perchè...
si delineò
molto chiaramente
che era
stata usata come un giocattolo.

"nascondino"
non era il suo gioco preferito
aveva sempre adorato
uno...due...tre...
"stella !!!"

Solo in quella occasione decise di fare il suo gioco.
Si nascose
senza farsi mai più trovare.

Ammettere i propri errori non è facile,
solo dopo esserci riuscita
fu in grado di capire
che aveva
sbagliato a valutare
chi
non si era mai lasciato scoprire.

Trovò un Sorriso sincero
sempre pronto ad aspettarla
ogni volta che
sentiva il bisogno di essere rincuorata.

Era la fine di un' utopia
che l'aveva tormentata inutilmente
per troppo tempo.

Imparò di nuovo a Sorridere
come non mai...

La pace e la Pasqua appena arrivata
fecero
rinascere in lei la gioia
di sapere
che il mondo
era pieno di persone
amorevoli e sincere
pronte a volerLe Bene,
come
solo lei sapeva di poter meritare.


16 commenti:

  1. Ciao Stella,dire che questa poesia di Alexia è bella è dire poco,ha la potenza di un poema antico,è scritta con grande maestria e si legge in modo molto fluido,complimenti.
    Buona serata.

    RispondiElimina
  2. achab...e racconta una storia vera.

    RispondiElimina
  3. Particolarmente ispirata questa poesia,brava Ale!
    Sono rimasto con il fiato sospeso sino alla fine...

    Buona serata, a te e alla nostra stellina.

    RispondiElimina
  4. Sono stata invitata da Stella a leggere quest'opera, ed è stata una vera emozione scoprirla, delicata, dolente e ricca di vita e di rinascita.
    Un caro saluto Alexia che questa Primavera porti una luce calda e luminosa nella tua vita

    RispondiElimina
  5. Arrivo solo ora, e leggo qualcosa che sento mia, sulla pelle, come un guanto, sembra appartenermi. dopo i giorni di incertezze, dolori e delusioni. Ora c'é di nuovo la gioia di riprovare a gioire. Bellissima Alexia. Spero che verrai da me, perché vorrei il tuo Link. Sempre che lo desideri.
    Magari parlerò con te Stella.
    Un abbraccio. La poesia non ha parole per essere commentata. Un gioco di vita, di parole dette con la punta della penna(delicate).
    Un abbraccio
    Lilly

    RispondiElimina
  6. Questa storia in versi è semplicemente "toccante"
    Si apre con la "dolce" prospettiva di vivere un grande amore ma poi, quasi subito, rivela il "grande inganno".
    Ciò lo deduce anche dai pochi versi iniziali che descrivono "l'illusione"
    Il restante dei versi si snoda nel lucido "racconto" della sofferenza e della "sopportazione" all'ombra di quello che credeva e che sperava fosse amore,fino alla presa d'atto, fino a quando i suoi occhi si "spalancano" alla luce della verità.
    Ed è allora che tutto appare chiaro,è allora che si riflette dentro se stessi la "verità", quella verità che, per troppo tempo e per troppo amore non si era "vista" e non la si era cercata. In fondo quando si ama davvero si cerca sempre di "annientarsi" nell'altro cercando di continuare a sperare nel "miracolo"di vivere un rapporto vero, intenso e leale.
    Ma quando il gioco si fa davvero duro, allora si cerca di trovare un "posto" dove nascondersi e ritrovarsi, si capisce, finalmente, che, a volte, l'amore si presenta sotto mentite spoglie e ci induce all'errore.
    Quando davvero ci si rende conto dello sbaglio, è allora che inizia la riscossa e si risale dal fondo nel quale si era precipitati per quell'alchimia inspiegabile che è il mistero dell'amore, lo stesso arcano che ci fa, misteriosamente, smettere di amare chi non ci merita.
    E, complice la pace e la serenità che la Pasqua porta con se, insieme a sorrisi di persone sincere, si ritorna alla vita, una vita da vivere accanto a chi, davvero, ci vuole bene.
    Complimenti ad Alexia, che ha saputo poetizzare magistralmente una storia di vita, in cui ognuno ci si può ritrovare.
    Baci!

    RispondiElimina
  7. E' bellissima .. e così vera e profonda ...
    Complimenti davvero ad Alexia.

    RispondiElimina
  8. Fel grazie della tua presenza.

    RispondiElimina
  9. Miryam, grazie per esserci!

    RispondiElimina
  10. Un grazie a Lilly per la sua richiesta, ho già provveduto ad andare da lei, e poi passerò anche da Myriam, la sua analisi mi ha molto colpita. Altra donna speciale che vorrei conoscere meglio...Grazie di cuore zia Stella per aver pubblicato la mia poesia,
    Notte,
    Ele

    RispondiElimina
  11. Non poteva sfuggire a Stella una poesia così! vera dall'inizio alla fine,e questo si capisce dal fluido "snocciolare"di sensazioni: prima speranze e poi delusioni fino alla consapevolezza del proprio essere e della voglia di rinascita quasi prepotente.Una storia che molti hanno vissuto sulla propria pelle e, proprio per questo, possono ancor più apprezzare i versi di Alexia.
    Brava Ale! un abbraccio a te e a Stella.

    RispondiElimina
  12. Una storia che attraversa gli arcani sentieri di un sentimento falsato dall'odio.
    L'amarezza e la speranza come slancio verso ciò che di bello sa sempre dare la vita.
    Ben raccontato Alexia.
    Un bacione

    RispondiElimina
  13. Tristemente splendida, gioiosamente viva.
    Rinascere è ricordare anche a come ci si è arrivati a questa ri-nascita.
    Anche se nel dolore o nella sofferenza per la fine di un rapporto affettivo, credo non si debba mai rinnegarne nulla, anche le lacrime.

    Un bacione a Madame ed uno a te Stellì ^_^

    RispondiElimina
  14. Che meraviglia! una poesia, una storia, due vite. Bellissima, sono rimasta toccata e senza parole.

    RispondiElimina
  15. tenera questa poesia,buona giornata stella

    RispondiElimina