lunedì 2 novembre 2009

32

REQUIEM : ALDA MERINI


UNA POESIA INEDITA DI ALDA MERINI


REQUIEM


ed ecco per te il mio requiem senza parole


con la bocca piena di erba e di felci azzurre


ecco il mio requiem della corifera che non


è creduta, della Cassandra che è vilipesa


magnifico esempio di segreta impresa


tu solo mi esalti e mi incanti perché


sei colui che non si può prendere ed essendo


fermo sulle rive del Gange in perenne


contemplazione aspettando che passi la pagliuzza


d’oro della conoscenza e dell’era eterna


tu che sei scaltro più della pietra e più


duro del sasso e che pensi perennemente


pensi alle ere pitagoriche e che veneri


Socrate e che infine sei Paolo di Tarso


atterrato dalla fede infinita ebbene io


ti disarcionerò dal tuo cavallo d’amore


filiale desiderante farò di te un martire


dell’ombra perché il segreto della tua


tristezza è l’ordine e il disordine delle


cose create perché io non sono dissimile a


tua madre a Cerere eterna e infine sono


anche la primavera che si mette sugli alberi


insieme alla rugiada e tu ami la rosa della


vergogna che mi trovo appuntata sul petto


e tu le esalti e le scorri con le tue dita


feconde. Potessi così capire il mio desiderio


che si apre il fiore della carne infinitamente bella


e trovarvi dentro il seme insaziabile


dell’amore e dell’ebbrezza potessi sprezzante te


spargere sangue insieme disseminare


la discordia degli abissi perché sei


il murmure pieno e il precipizio delle


albe e perché infine tu conosci il senso


della bellezza. Io aborro pensare ma


aborro anche muovermi nel caos infinito

32 commenti:

  1. Ciao Stella, e grazie per questa pubblicazione..
    vedo comunque che abbiamo un sacco di amici che la ricordano... e ci rimangono le sue bellissime poesie.
    ciao

    RispondiElimina
  2. ciao stella, ottima scelta ricordarla così.... per mia scelta non recensisco, accetta il mio silenzio.... e che riposi in pace.....

    RispondiElimina
  3. Massimo, è il minimo che potessi fare.

    RispondiElimina
  4. Stella,quando un poeta si allontana sulle ali del vento,lascia dietro sè l'essenza più bella del suo vissuto:le sue poesie...impasto d'anima e carne...quelle di Alda sono poesie del dolore fatto parola, della parola che diventa luce e della luce che stempera il distacco.
    ( lA PICCOLA APE FURIBONDA/ ha lasciato un fruscio d'ali / sulla bocca sensuale degli ibischi.)
    Grazie per questa perla che ci hai regalato.

    RispondiElimina
  5. Grazie a te Sara per le belle parole che hai lasciato.

    RispondiElimina
  6. che poesia ... Grazie Alda. Grazie Stella per ricordarla.

    RispondiElimina
  7. struggente,come lo era lei una grande donna,che sapeva fr vibrare le corde dell'animo umano,l'audio dov'è di la,vado a vedere e ascoltare,posso prenderla vero?

    RispondiElimina
  8. Lei vedeva il mondo con gli "occhi profondi" ed iniettava la sua luce attraverso le sue parole...per inebriare l'uomo del SENSO della vita e del suo vivere...

    Noi raccoglieremo la sua"luce"...la terremo come 'polvere preziosa' da spalmare sulle nostre essenze...e tramanderemo i suoi pensieri.

    Inizierò già domani...a far assoporare le sue perle ai più giovani!
    Ora Alda sta nel posto che le spetta, tra i GRANDI!

    "Requiem" è come un suggello alle sue opere, al suo "profoondo mare poetico"

    Grazie Stella, un bacio!

    RispondiElimina
  9. Muy profundo y lleno de belleza amiga Stella, un placer leerte saboreando esos versos que alcanzan la belleza del universo...besitos cielo

    RispondiElimina
  10. Arwen, sono lieta del tuo commento.

    RispondiElimina
  11. Grazie Stella x averla ricordata sul tuo grandioso blog,buona serata.
    Un bacio.

    RispondiElimina
  12. Achab, un abbraccio infinito.

    RispondiElimina
  13. Que DEUS a envolva com seu manto, a proteja e a ilumine por toda a sua trajetória. A Réquie da Alda Merini é realmente uma belíssima obra.

    Beijos,

    Furtado.

    RispondiElimina
  14. Una perla così qui non poteva mancare: che possa riposare in pace, ma la sua anima rimarrà per sempre nei suoi scritti e non potrà mai avere fine.

    RispondiElimina
  15. Boa noite Stella!
    Tens,no meu blog selos sobre a Amizade.
    Estou a passar aos meus Amigos e passarás a quem quiseres!
    Gostaria de o ver no teu blog,caso gostes.
    Beijo.
    isa.

    RispondiElimina
  16. Grazie Isa.
    Buona giornata a te!
    Baci

    RispondiElimina
  17. Sull'opera di questa grande donna vedo che è già stato detto tutto, questo inedito dà l'esatta percezione della grande figura femminile di Alda Merini,quella che non può morire...

    Grazie stellina, un abbraccio e buona giornata!

    RispondiElimina
  18. Grazie di avermela fatta conoscere, per me era nuova!

    Ciao...un sorriso

    RispondiElimina
  19. Rosa blu, sorriso e bacio a te!

    RispondiElimina
  20. grazie, Stella.
    Così si ha l'impressione che ci abia lasciato come un sasso caduto in un lago... l'eco dell'onda che percorre le nostre essenze che restano. Non è sempre così, quando muore qualcuno?

    RispondiElimina
  21. Lila, penso non per tutti...
    Grazie del commento.

    RispondiElimina