venerdì 11 settembre 2009

14

POESIE IN VETRINA : SARA


EMIGRANTI

Noi,
nella nostra Terra lasciammo le orme
dei nostri passi fanciulli;
abbiamo succhiato
latte dal suo cuore
e sappiamo l'amaro del suo pane.

Noi,
sogniamo ancora i suoi incanti
e torniamo al solleone col pensiero,
noi,
abbiamo nell'anima il distacco
e nella testa il profumo dei limoni.

Noi,
prole putativa d'altre Terre,
figli di una mamma mai scordata
-figliastri in Terra nostra-
noi,
vacanzieri ubriachi di nostalgia,
torniamo l'estate in quella Terra,
per ritrovare le tracce
dei nostri padri sui tratturi.

Noi,
in quella Terra dove lasciammo le orme
dei nostri passi fanciulli;
ritroviamo nei vicoli ammutoliti
solo il sorriso dei vecchi,
custodi innamorati dei ricordi.

14 commenti:

  1. bella e struggente...

    RispondiElimina
  2. Come al solito le tue poesie così nostalgiche toccano i sentimenti più profondi. Bellissima. Baciotti Bruna
    E complimenti e baciotti anche a Stella che sa fare scelte come questa.

    RispondiElimina
  3. Olá amiga! Muito obrigado pelas visitas e comentários.

    Foste muito feliz quando da escolha do poema. É lindo e bastante profundo.

    Beijos,

    Furtado.

    RispondiElimina
  4. Bellissima, la trovo intensa e particolare, anche il tema è molto interessante,
    complimenti, un bacio a stella! ^___^

    RispondiElimina
  5. ola ¿Te haces seguidor de un blog mio? http://www.todoplaystationhome.blogspot.com/

    RispondiElimina
  6. La terra natia resterà per sempre dentro di noi...ovunque noi andiamo.
    E' la nostra essenza, l'ardire profondo.
    E' stato bello leggere questi versi pieni di struggente amore e nostalgia per la terra e il cielo che ha udito il primo vagito.
    Complimenti!
    Ciao Stellina...la vacanza è terminata?
    Un bacio!

    RispondiElimina
  7. Miryam, nonancora.
    Rientrerò mercoledì.
    Bacioni

    RispondiElimina
  8. La nostalgia per la propria terra è un sentimento un pò triste che proviamo, ma nello stesso tempo si ricordano i momenti più belli vissuti nel paese natio; sarà proprio il ricordo di questi momenti ad allietare le nostre giornate.

    RispondiElimina
  9. Sì Sebastiano, verissimo.
    Ne so qualcosa...

    RispondiElimina
  10. Ciao Stella, come stai?
    Sono Tornato dalle vacanze
    Stefano di Semplici Sonversazioni

    RispondiElimina
  11. Caro Stefano sto benissimo.
    Sono ancora al mare, tornerò domani.

    A presto.

    RispondiElimina
  12. Bellissima, racconta una storia come neanche un romanzo saprebbe fare! Ciao, Arianna

    RispondiElimina