lunedì 7 settembre 2009

6

POESIE IN VETRINA : MIRYAM

SETTEMBRE

Settembre d'oro incanto perenne
nel manto avvolgente
ultimo raggio trasluce l'orizzonte
silente e tremolante l'estate
s'allontana nel brivido dei sogni
tra i nostri sguardi profondi e persi
incanto legato con forza alla terra
istanti di vita dell'erba ancora verde
accarezzata dal soffio del vento
tenero respiro di pace diurna
smorta nell'abbraccio del cielo
dalle nubi terse che si fondano alle tenebre
oscurando i nostri pensieri

Settembre nel dolce garrito
delle rondini che volteggiano libere
per le ultime danze a baciare il cielo
all'ombra dei nidi smorti vuoto che incombe
s'infiltra nelle nostre case di pietra
ancora accaldate dal sole di agosto
in attesa del freddo dal cemento nel cuore

Settembre nei dolci colori
d'oro sbiadito di foglie
che gocciano dalle bracce ramate e sinuose
tese nel vuoto insieme ai nostri volti
bramosi delle ultime essenze roventi
travasi di gelo a venire
sussurra la voce del vento stasera
Settembre sulle onde marine
le ultime vele navigano lente
verso la spiaggia deserta
abitata dalla moltitudine di orme
testimonianze del passaggio degli uomini
nel brulichio delle onde
i nostri pensieri, i nostri sogni, le nostre lacrime
affidati con slancio alle acque del mare
scrigno sicuro custode fedele
diario estivo di infinite pagine imbrattate
con gli occhi fissi nel lento ondulare del mare
tesoriere giocondo in spuma biancheggiante
ritroveremo intatte le nostre chimere

6 commenti:

  1. Oi Stella! Linda esta poesia de Miryam. bela escolha. Parabéns!

    Beijos,

    Furtado.

    RispondiElimina
  2. Rosemildo sei gentile, grazie!
    Baci

    RispondiElimina
  3. Settembre passaggio dall'estate all'autunno , colmo di ricordi della bella stagione che occupano la mente e il cuore, dove non c'è ancora spazio per le nubi, il freddo e il gelo.
    L'estate come la giovinezza la portiamo nel cuore con il suo calore, i suoi colori, la sua forza.
    Brava Miryam, riveli una delicata miscela di sensazioni, attraverso metafore e pregevoli giochi di parole, sei una ispirata poetessa che sa esplorare con trasporto e sapienza i percorsi del sentimento più profondo tra suggestioni marine e squarci emozionali.
    Giorgio

    RispondiElimina
  4. Car Miryam mi complimento con te per questa bella dedica al mese in cui sono nata. Lo hai descritto alla perfezione in tutte le sue più struggenti sfumature.
    Ti abbraccio rubandoti un passaggio che trovo fantastico:
    "...i nostri pensieri, i nostri sogni, le nostre lacrime
    affidati con slancio alle acque del mare..."

    Baci anche a te Stella!

    RispondiElimina
  5. Grazie a tutti.
    Fa sempre un certo effetto vedere pubblicati i propri pensieri.
    Grazie Stella, tu sei eccezionale.
    Buone vacanze, un saluto spumeggiante come le onde settembrine.

    RispondiElimina