mercoledì 10 giugno 2009

8

POESIE IN VETRINA : MIRYAM

Dall'infinito

Le gocce di pioggia bagnano il viso
Si confondono con le lacrime
Solo sulla bocca arriva l’amaro sapore
Lacrime piombate dall’infinito
sconfinato spazio dentro
Dove tutto c’è
Ricordi incompleti, bellissimi, sfuocati
Amori fugaci, immensi,
ferite insanabili
memorie magiche conservate
nello scrigno aperto senza tempo
L’infinito
ove tutto giace
dove nessuno muore
dove tutti ridono
dove tutti soffrono
dove incontri il silenzio
insieme a mille parole
L’infinito
che nessuno intende
L’infinito
appartiene solo a te

8 commenti:

  1. Miryam, molto bella davvero!

    RispondiElimina
  2. "memorie magiche conservate
    nello scrigno aperto senza tempo".
    Bellissima isiprazione...che viene dall'Infinito, al quale appartiene mnemosyne.

    RispondiElimina
  3. molto bella,mi smuove dentro,ciao miryam,buona serata stella.

    RispondiElimina
  4. Bellissimi pensieri di vita interiore. Ciao buona serata a te e a Stella. DianaB

    RispondiElimina
  5. Grazie Stella e grazie a tutti.
    Buona serata a tutti.
    Un baciotto Stella!
    P.S.
    Vorrei scrivere sul Geest Book, quello colorato di Stella ma con la teconologia non sempre vado d'accordo,ho paura di non saperlo fare, prima o poi ci riuscirò.

    RispondiElimina
  6. Miryam basta provare, non succede niente...

    RispondiElimina
  7. Ciao Stella, ho provato un paio di volte, la prima volta, avevo scritto un "poema", poi ho riprovato ridimensionando e ci sono riuscita. Anche la tecnologia mi stai insegnando :-)).
    Ciao cara!

    RispondiElimina
  8. Bisogna sempre provare Miryam.
    Buona giornata!

    RispondiElimina