venerdì 12 giugno 2009

9

POESIE IN VETRINA : DIANA


Bello sentirsi tristi...

Qui al faro, ci si può prendere il proprio tempo.. si possono tirare i remi in barca e restare, così, a guardare il mare.
Guardarlo per ore, in silenziosa contemplazione, con la propria solitudine, tra il fragore delle onde.
Sento la salsedine ricoprirmi come un manto odoroso, di ogni creatura del profondo blu, sento il canto e mi immergo in quel riflesso di cielo.
Non ho voglia di tornare, non ancora, resto qui, a nascondermi da tutti, per ritrovarmi ancora.
Non so dare ciò che non so, non so essere ciò che non sono, essere ciò che sono é il mio più grande bisogno, in fondo.
Resto qui, abbracciando le ginocchia, su questo scoglio che si porge al mare, desiderando correre sulle acque a perdifiato, come su di un prato in fiore.
Oggi, resto qui.

9 commenti:

  1. "Resto qui, abbracciando le ginocchia, su questo scoglio che si porge al mare"....
    a leggere queste parole e ad estasiarmi ancora...

    Che aggiungere?

    Ciao Stellina!!!!

    RispondiElimina
  2. Mi unisco a te Diana ad ammirare questo mare dove ho adagiato anche i miei pensieri affinchè le onde possano cullarli dolcemente.

    Un saluto e buon fine settimana Stella!

    RispondiElimina
  3. Bellissima poesia dove i pensieri profumati di salmastro vagano sulle onde. Ciao Diana B

    Un baciotto a Stella che sa sempre fare bellissime scelte.

    RispondiElimina
  4. Grazie Diana, pubblico ciò che mi emoziona.

    RispondiElimina
  5. scusa il ritardo! non ci riesco..le scuole chiudiono e io non riesco a stare al passo..innanzittutto: grazie Stella, é più bello sentire condividendo! e grazie a tutti, siete sempre gentili, sensibili e printe a cogliere nuove sensazioni.. un abbraccio grande!

    RispondiElimina
  6. Diana, non devi scusarti.
    Abbraccio

    RispondiElimina