venerdì 13 marzo 2009

13

POESIE IN VETRINA : GUERNICA

Percezioni





Non sentivo il mio corpo.
Non vedevo il mio corpo.
Solo per pochi istanti,
un’ombra fugace
tratteggiava le mie pieghe di donna.

Ma esse già sussurravano di noi.

Ascoltale e leggile.
Sei Tu il mio indovino.
Sfiorale e lascia che ti parlino.
Custodiscine ogni suono,
perché la loro melodia è per te.

Tra le tue mani,
sento il mio corpo.
Lo vedo fremere al contatto.
L’anima si abbandona
ad estatiche colpevoli sensazioni.

Ma la luna ci trasfigura,
con la sua bianca luce d’amore e santità,
e ci monda da ogni peccato.

13 commenti:

  1. Mi piace immensamente: ho provato un'emozione indefinibile leggendo questi versi.
    I miei complimenti a Guernica.
    Un bacione a Stella.

    RispondiElimina
  2. complimenti davvero ... parole molto belle e cariche di dolce suggestione ..

    RispondiElimina
  3. Dolcissima questa poesia dove si legge una forte intensità per una lieve sensazione di sensualità.
    Un saluto.

    RispondiElimina
  4. Guernica, è stato un piacere.

    RispondiElimina
  5. Esperimento interessantissimo, e ammirevole. Buona la qualità generale, segno di un ottimo lavoro a monte.
    Complimenti.

    RispondiElimina
  6. bella,
    la luna di questi giorni ci ispira tutti grandi sentimenti e misteri;-)
    un bacio Stella

    RispondiElimina
  7. Dekker, benvenuto e grazie infinite!

    RispondiElimina
  8. Molto interessante e bella c'e da imparare qui per me...che grande emozione leggerti..complimenti davvero..

    RispondiElimina
  9. Grazie a te, e come ho detto, è un'esperienza da seguire con interesse, per il piacere di leggere della buona poesia, che è la chiave per interpretare i segni del mondo che ci circonda, e per ritrovarsi con persone che, evidentemente, vedono le cose con simile sensibilità.

    A presto!!

    RispondiElimina
  10. Mamma mia! che poesie meravigliose!!

    RispondiElimina
  11. I miei complimenti a Guernica,è bellissima!

    Cara stella,hai proprio saputo creare un salotto di poeti invidiabile.

    RispondiElimina