sabato 31 gennaio 2009

145

SECONDO CONCORSO DI POESIA

Il 2° concorso di poesia si apre.

Cari lettori potete inviare qui i vostri versi tassativamente entro domenica 8 febbraio 2009.

Grazie !

Partecipate numerosi e...in bocca al lupo a tutti.

145 commenti:

  1. ecco la mia

    TEMPO

    Tu sei qui,
    mio inesorabile amico
    Questa notte stai vicino a me
    Con i miei pensieri,
    Giorno dopo giorno
    Hai asciugato le mie lacrime
    Ma adesso fermati
    Che io possa assaporare
    Questo momento
    Lei è qui nei miei sogni
    Tu che conosci il tarlo
    Della mia solitudine,
    Il peggiore di tutti i mali,
    Fermati
    Che io possa assaporare
    Questo momento
    Tu sei qui, mio inesorabile amico

    RispondiElimina
  2. STERMINANTE SOLITUDINE.


    Solitudine,
    rumore assordante,
    inseparabile amico nel buio infinito.
    Solitudine,
    bagliore di luce che si spegne.
    Solitudine,
    parole che cessano di parlare.
    Solitudine,
    sorriso che smette di sorridere,
    gioco...che non è più un gioco,
    amico...che svanisce nel buio.
    La solitudine sono io...
    bambino che domando,
    bambino che rispondo,
    domande e risposte che non sono piu.
    La solitudine sono io,
    bambino vittima della guerra...
    lasciato solo....con la sua
    Assordante Solitudine.

    RispondiElimina
  3. Ciao e complimenti per questa tua nuova iniziativa, il blog l'avevo già visionato non appena l'avevi aperto ma non avevo ancora lasciarto commenti...
    Mi spiace non partecipare al concorso, purtroppo anche se amo scrivere non sono un gran poeta.
    Comunque leggerò e voterò con estremo piacere tutte le opere candidate :-)

    RispondiElimina
  4. Stella ho fatto un errore di battitura....

    il titolo è STERMINATE SOLITUDINI.

    SCUSAMI....E BUONA NOTTE.

    RispondiElimina
  5. Ciao Stella! ke idea bellissima quella d aprire un blog solo per concorsi poetici! sei sempre piena d sorprese :P..complimentissimi davvero! cerkerò di seguire tutti i concorsi con attenzione! Baci! Buona domenica!

    RispondiElimina
  6. Cinzia comprendo la tua emozione.

    Corretto titolo e aggiunto nome.

    RispondiElimina
  7. Tarkan e Lukino avremo bisogno anche di voi per la votazione.

    RispondiElimina
  8. STELLA BUON GIORNO
    Grazie per vermelo ricordato che hai aperto questo nuovo blog
    Appena scrivo una poesia te la mando
    UN BACIO E BUONA DOMENICA

    LINA

    RispondiElimina
  9. Buon giorno Stella allora si parte!!
    Per adesso ho la mente vuota..speriamo tra qualche giorno..Buona domenica carissima.

    RispondiElimina
  10. Solopoesie ti aspetto,buona domenica!

    RispondiElimina
  11. Alba tranquilla...

    Buona domenica a te !

    RispondiElimina
  12. Complimenti, Stella, per il nuovo blog dedicato ai concorsi sulle poesie.

    Una bella idea.

    Di nuovo Buona domenica
    annarita

    RispondiElimina
  13. Annarita mi sono fatta acchiappare ...dalla beneficenza !

    RispondiElimina
  14. RINASCO (dedicata a Roberto)

    C'è stato un momento della mia vita
    in cui la mia ruota era ferma
    bloccata
    Nulla sembrava darmi gioia o sorrisi.
    Quanti giorni, quante ore
    trascorse distesa sul letto
    a fissare un puntino lontano, niente...
    La solitudine
    riempiva la mia vita
    l'inedia
    arricchiva il mio tempo.
    Poi tu mi hai colta come un fiore
    mi hai afferrata delicato
    come si afferra una farfalla.
    Mi hai posta al di sopra di tutto
    con una spinta hai fatto ripartire
    la mia vita, la mia ruota.
    Il sangue scorreva ancora nelle mie vene.
    Mi hai sussurrarto parole all'orecchio
    mi hai accarezzato il viso
    mi hai asciugato le lacrime.
    Mi hai stretto forte nelle tue forti braccia
    e li mi sono addormentata.
    Rinasco
    rinasco dall'utero del tuo abbraccio.

    Francesca

    RispondiElimina
  15. Troverò il tempo di partecipare...

    RispondiElimina
  16. non so scriverle ma amo leggerle e seguirò con piacere anche questo tuo blog!
    un abbraccio e in bocca al lupo ai poeti partecipanti!!
    ciao:-)

    RispondiElimina
  17. Aglaia,abbiamo bisogno di te per la votazione. Grazie.

    RispondiElimina
  18. Anch'io non so scrivere poesie, ma le leggo tutte e ti seguo!

    RispondiElimina
  19. Bene Angelo,allora voti. Grazie !

    RispondiElimina
  20. questo è compito di Graziella credo che appena ti leggerà si attiverà subito,
    ciao a presto
    imma

    RispondiElimina
  21. Ciao Stella! Bellissima idea un blog per le poesie! Sei veramente in gamba! Non nego che non mi dispiacerebbe partecipare, ma temo di non esserne in grado...comunque leggerò di sicuro e se serve un voto conta pure su di me! In bocca al lupo a tutti i partecipanti!Un bacione e buona settimana.

    RispondiElimina
  22. Gabry buttati , è bello mettersi in gioco...poi fa' come credi. TVB

    RispondiElimina
  23. questa è la mia poesia

    Scusate il disturbo

    Venti gelidi hanno percorso la mia anima
    vestendo con una foglia glaciale il mio spirito
    che si chiudeva ad ogni intruso sentimento
    che non fosse tormento e angoscia
    rabbia e desiderio di cullarsi
    nella tristezza e nello sgomento
    di una inattesa vita giammai programmata
    divenendo noioso e importuno ospite
    di chi presto si stanca della malinconia di altri
    e non comprende nei momenti a volte invadenti
    la paura di rimanere soli per non fermare gli attimi infelici
    che sembrano durare una eternità

    Graziella 2008

    ciao stella

    RispondiElimina
  24. Ciao Stella !
    Ho colto al volo questa splendida iniziativa che ho trovato sul Blog di Blessing.
    Questa è la mia.
    Ciao e a presto !


    Solitudine

    Come sabbia tra le dita.
    è scivolato via
    il mio tempo con te.

    L’ombra della malinconia
    si allunga
    sulla mia solitudine…
    Rimango sospesa,

    ultima nota
    di un pianoforte
    che riempie l’aria,
    prima di spegnersi
    nel silenzio
    assordante del nulla.

    Buba

    RispondiElimina
  25. Benvenuta Buba ,piacere e grazie !

    RispondiElimina
  26. bellissima l'idea di un blog di poesie a tema...io non sono una grande poeta, ma ogni tanto scrivo alcune parole che chiamo poesie...non mancherò di scrivere, con l'ispirazione giusta...per intanto grazie di avermi invitato a questa iniziativa...buona settimana e a presto da Emi

    RispondiElimina
  27. Dai Emi ,il fine è la beneficenza.

    RispondiElimina
  28. Ciao, Stella. Questo è il sentimento che mi procura la condizione della solitudine.

    ANGOSCIA

    Pensieri dissonanti
    come ali dal volo incoerente
    allontanano sponde
    ora così distanti e così fragili
    per contenere
    flutti potenti
    di emozioni illogiche
    nel fiume in piena dell’angoscia.
    Cerco la quiete
    nelle parole antiche di mia madre,
    nei versi dei poeti,
    nel flusso dei ricordi
    che giungono
    a portare ordine vitale
    a idee che si scontrano,
    si dibattono impotenti
    nella gabbia di una logica
    che per infiniti attimi
    non mi appartiene
    e sfugge,
    sabbia nella clessidra dei giorni.
    Il moto costante della mente
    sottrae dolcezza al tocco delle mani,
    fa gelido lo sguardo,
    troppo scuro per liberare
    lacrime di pietra.
    Fragile e pur audace
    invoco aiuto…

    RispondiElimina
  29. Ringrazio gli autori che hanno già inviato i loro versi. Nessuno di voi ha prelevato il microfonino ?
    Fatelo ,mi farebbe piacere.

    RispondiElimina
  30. Grazie Stella per essere venuta a trovarmi ! Ti lascio questa mia ... certo che mi sembra un pò strano, non le chiamo poesie le mie, io scrivo così...

    GIOCHI CRUDELI

    minuti eterni fatti di nulla
    speranze schernite dall' indifferente "pazienza"
    voce come rostro scarna il cuore

    ...tu non lo sai chi sono
    ...tu non sai con chi stai scherzando
    ...tu non hai capito

    ora mi siedo
    scomposta e unica, il banco non è mio;
    sorrido perché imparo
    sorrido quando pago
    sorrido quando chiudo e me ne vado

    ...io scelgo, la mia solitudine.

    RispondiElimina
  31. grazie! Che onore essere citata...è un regalo stupendo! un abbraccio

    RispondiElimina
  32. Blogger stella ha detto...

    Non posso esprimermi per non influenzare la giuria.

    Forse la dovresti ritirare per ora. Grazie della tua gentilezza.

    motivo? sono fuori tema? oppure si sa e si conosce bene il vincitore, io a parer mio gia ho vinto e ho donato un emozione. Tu scrivendo ciò perderai sempre anche se farai mille concorsi!

    RispondiElimina
  33. Marianna le poesie da votare devono essere lette nell'ambito del concorso.Hai letto il regolamento ? Puoi ritirare la poesia. Grazie!

    RispondiElimina
  34. guarda che ti ho fatto capire che è ritirata .

    RispondiElimina
  35. SOS :Marianna, dopo aver partecipato al concorso,ha subito pubblicato la sua poesia sul suo blog. Le ho chiesto gentilmente di ritirarla e leggete la sua risposta. Secondo voi la poesia in questione deve restare in gara?
    Cari amici, vi prego di esprimervi. Grazie

    RispondiElimina
  36. ho letto il regolamento e non dice di non mettere anche se l'ho messa senza pensarci la poesia sul il proprio blog allora rettifica il regolamento mi spiace .

    RispondiElimina
  37. Ti avevo suggerito di ritirarla io con buone maniere, più di così... Ora per favore finiamola qui.

    RispondiElimina
  38. NN mi esprimo Stella, altrimenti vedremo andare oltre un botta e risposta.....

    Fregatene.....il 1° concorso è stato splendido, lo sarà anche questo, al di la di ogni giudizio....sei grande sempre.
    Baci cinzia.

    RispondiElimina
  39. Cara stella,io non sono poeta e come sai non partecipo al concorso come concorrente.

    Primo: Se avessi mandato dei versi ad un concorso il buom senso mi a vrebe suggerito di non pubblicarla sul mio blog.

    Secondo: Conoscendoti, e avendo visto come è stato condotto il prino concorso,sono alquanto stupito che un blogger si permetta di insinuare che il concorso è "addomesticato"

    Sarebbe come se io,che partecipo al concorso di fotografia,pubblicassi la foto che ho inviato a Cesco. Certo,mi farei pubblicità eccome . . .!!

    Un caro saluto.

    RispondiElimina
  40. Sirio ti correggo: il buon senso è una cosa un regolamento sono parole scritte con senzo , lei non ha scritto voi NON POTETE mettere le vostre poesie sui vostri blog, l'ha omesso non penso che l'errore sia il mio ma di chi fa queste cose , io non posso sapere se è taroccato o no poco mi importa ma visto che vi ha chiamato in causa a tutti io risponderò sappiate.

    RispondiElimina
  41. Marianna,non ho il piacere di conoscerti e desidero che la cosa rimanga tale,ok?
    Un commento come il tuo,sul mio blog per corettezza ti informo che lo cancellerei immediatamente.

    RispondiElimina
  42. mica ho scritto che sei un appestato! non vorrei mai conoscere chi prima mi critica e non accetta la critica solo perchè ha poca intelligenza !
    cortesemente preferirei non essere più nominata
    e che vinca er mijore......

    RispondiElimina
  43. Auguri.
    A mio giudizio, i voti anonimi non andrebbero mai conteggiati, esistono anche gli ex aequo.
    Calma ragazzi calma.
    Vale

    RispondiElimina
  44. IL MIO SOGNO....
    E' sera e tutto tace intorno a me....
    vagabondo per casa
    in cerca di qualcosa che mi aiuti ad avere la mente serena...
    Mi guardo intorno...
    vedo solo mobili...
    Loro non parlano...
    non ridono...
    Mi siedo sul divano in cerca di un pensiero che mi faccia compagnia...
    Con la musica che fa da sottofondo, cerco di pensare a qualcosa....
    E la melodia fa in modo che io cada in un sogno profondo...
    abbandonata come una piuma leggera nell'aria....
    ecco, è lui...
    il mio angelo...
    avvolto da una bellissima luce bianca....
    si avvicina con il suo dolce sorriso per tranquillizzarmi....
    tende la sua mano e io l'afferro stringendola forte...
    mi invita ad alzarmi
    e camminiamo insieme lungo il sentiero dell'amore.

    By Frufrupina.

    RispondiElimina
  45. Cara Stella questa è la mia poesia..spero che ti piaccia...ti abbraccio forte.

    RispondiElimina
  46. cara Stella ho inviato una poesia scitta tempo fa e già pubblicata nel blog nel 2008 per questo, visti i post precedenti ne ho scritto una inedita la mando quì appresso
    ciao
    Graziella

    oblio
    La solitudine è parlare da soli in mezzo alla gente

    fra mille mani protese non sfiorarne alcuna

    fra mille emozioni non provarne nessuna

    essere convinto sempre di disturbare

    quando chi ci ama ci vuole solo aiutare

    non sentire il caldo del sole

    non udire il profumo del mare

    ma cullarsi stancamente nell’oblio

    e avere voglia solo di dimenticare


    graziella 02.01.2009

    RispondiElimina
  47. Irraggiungibilmente liberi

    Son qui seduto e mi bevo un caffè
    In un locale vuoto come me
    Questo silenzio aiuta la fantasia
    Fa rumore in testa e non va via
    Ed un’immagine in mente già c’è
    Come una porta chiusa resto al di la
    Questo è l’amore a volte chiede e non da
    Cosi mi sento perso dove sei
    Certe volte chiedo di me
    Se me ne sono andato via con la tua allegria
    C’è un grande cuore che non batte da un po’
    Fra le mie mani piano piano stringerò
    Tutti i silenzi che capire non sai
    Darò ali ai sogni che tu non hai
    Guarderò il cielo sopra di noi
    L’unica cosa che resta
    Storia vera siamo noi
    Irraggiungibilmente liberi
    Mi scoppia la testa, oddio, che cosa farò
    Io sono qui, cercami ancora ed amami, amami
    Ancora un po’
    È una scommessa restare con te
    Ultimamente sei presa dai tuoi “perché”
    Del tuo tempo cosa ne fai
    Visto che ormai non mi vedi e allora imparero’
    A vivere una vita senza di te
    Parlerò col cuore che mi dirà
    Che un amore può finire cosi
    Lasciando tanto e niente

    (Testo e musica: Roccaforte, 190 parole)

    RispondiElimina
  48. Che dire cara Stella ,gioia...ho letto il commento della carissima Marianna,un pò agitata direi,uno dice la sua bene come el resto io ho detto la mia nel concorso precedente,bene,ma ci vuole rispetto!!!!caspitrina,questa gente cara Stella merita di essere levata dalle scatole!!e subito!cerca di stare serena e fregatene...sei straordinaria...ti voglio bene fru..bacioni.

    RispondiElimina
  49. buon concorso frufru (sembra il nome di un cane ti avverto io agitata ?vinca il mijore è

    RispondiElimina
  50. Ciao Stella, presto arrivo... ti abbraccio con affetto.

    RispondiElimina
  51. Marianna cara...il mio nome sarà pure di un cane,ma chei stà agendo d'impulsività quella sei tu,e l'impulsività è animale...ciao dolcissima sei molto dolce e zuccherata...serena giornata..baci.

    RispondiElimina
  52. Cara Stella, sono d'accordo con Pier Luigi circa i voti anonimi. Non li conteggerei comunque anche a parità di voti perché mi sembra non sia corretto e trasparente nei riguardi di chi esprime la propria preferenza a "viso aperto".

    Un caro saluto
    annarita

    RispondiElimina
  53. Cari Pierre e Annarita,ho riflettuto e sono favorevole alla vostra proposta.
    Lo comunichero' nel post dove verranno pubblicate le poesie da votare.
    Grazie.

    RispondiElimina
  54. Stella dolcissima tutto bene?amore stà andando tutto a meraviglia...cerca di stare serena...posso prendere il microfono?è bellissimo...ti abbraccio ti voglio bene.

    RispondiElimina
  55. Ciao Fru,prendi il microfono!
    E' per voi,mi fa piacere.
    Tutto ok,grazie.
    Un bacione.

    RispondiElimina
  56. Il microfono è quello che c'è nell'altro blog? Ciao

    RispondiElimina
  57. Sì cara Paola,era per voi tutti. Grazie...

    RispondiElimina
  58. Frufrupina ti chiedo scusa io.

    RispondiElimina
  59. Grazie stella,il microfono l'ho già prelevato

    RispondiElimina
  60. wow che belle poesie.. sarà difficile decidere chi vincerà^^.. è un bellisismo blog cara Stellina^^

    RispondiElimina
  61. Preciso che ho donato il microfono per il primo concorso e la rosa per l' attuale.

    RispondiElimina
  62. Amore e perchèmai mi chiedi scusa?...non mi hai fatto nulla gioia..che cosa è successo?ti prego spiegami.

    RispondiElimina
  63. Ti chiedo scusa, al posto di una bloggher.

    RispondiElimina
  64. Non ti preoccupare...non sei tu a dovermi delle scuse...stai serena ok?e goditi questo momento fantastico!e vinca il migliore!olè!!!che bello ho visto le poesie già pronte...sono straordinarie tutte bellissime...Ma prima di votare voglio leggerle e rileggerle tante volte...a prestissimo.

    RispondiElimina
  65. questo è il mio contributo a questo concorso
    PRENDIMI PER MANO
    Prendimi per mano ho dolce pensier mio , tu che scegli i miei sogni e diventi lacrima ,
    accogli quel pianto che un dolor gli ha reso grazia.
    Prendimi per mano e ascolta la mia voce dolce pensier dell’anima e accogli quel pianto che un dolor gli ha reso grazia.
    Prendimi per mano ho dolce pensier mio e accogli quel sorriso di questa vita che ogni istante ci chiama e ci sussurra pensieri di speranza .
    Ama questa vita dono dello spirito che un dolor gli ha reso grazia.
    Prendimi per mano e ascolta questa solitudine che pian pian diventa lacrima , lacrima di speranza ,
    lacrima d’amore , lacrima di quell’uomo che cerca un sorriso donatogli da un bimbo che gli porge una mano .
    prendimi per mano o solitudine tu che scegli gli uomini chiamandoli per nome accogli queste lacrime segno di un dolore assurdo, cosi questi occhi accecati dal sole, possono finalmente trovare la pace che un dolor gli ha reso grazia.

    RispondiElimina
  66. BALLATA DI UN CUORE SOLITARIO

    Credo che i fiori appassiscano
    solo quando hanno perso la voglia di amare
    solo quando hanno perso la voglia di lottare
    c’è un giardino apposta per loro,
    per i fiori appassiti,
    e credo che tra poco andrò anch'io a finire in quel posto
    è una decisione che devo prendere ora
    ora che tutto ha perso di senso
    ora che tutto è perso nell’immenso
    non che la mia vita ne abbia mai avuto
    nè di senso, né di immenso.
    L’ho conosciuta una volta
    una sola piccola volta, la felicità
    è stata come una scossa elettrica
    come un fulmine in mezzo al corpo
    andava su e giù dalla testa ai piedi
    andava giù e su dai piedi alla testa
    non si fermava, era tutto una festa
    poi un giorno se n’è andata
    sparita come una ferita tolto il cerotto
    anzi, me l’ hanno rubata
    mi hanno rubato la mia unica possibilità
    maledetti ladri di felicità.

    Cannibal Kid

    RispondiElimina
  67. Ciao a tutti!
    Cara Stella, tu hai tutta la mia solidarietà e affetto in questo periodo di estremo lavoro e forse anche qualche tensione - forse indispensabile in un grande evento come questo!
    E poi, faccio un grande in bocca al lupo a tutti i partecipanti!

    RispondiElimina
  68. Grazie Blessing ,ne avevo bisogno ,ma tengo duro...

    RispondiElimina
  69. vediamo se mò riesco a postare, hahahhaa...
    Cara Stella, è tutto bello, ma soprattutto tutte bellissime.

    ma dimmi:
    anche chi scrive può esprimere il voto?
    tranne che a se stessi, naturalmente....(penso). Un bacione Cinzia

    RispondiElimina
  70. Ecco la mia poesia: in passato ho sofferto di solitudine, moltissimo, ma ora, grazie al cielo, no, e non riesco quindi a fare una poesia sulla "mia" solitudine....perciò sarà sulla solitudine di altri,su una solitudine che suscita in me molta tristezza.

    "IMMENSA SOLITUDINE"
    Da tempo ormai,
    lo accoglie la solita panchina:
    ...e resta lì, seduto,
    ora dopo ora,
    a guardarsi le mani...
    C'è sempre chi, distratto, passa
    senza uno sguardo,
    né attenzione alcuna...
    la speranza di un po' di compagnia,
    il desiderio di una parola amica,
    muoiono nel fondo del suo cuore...
    Golosamente, ingoia risa di bimbi..
    con occhi incerti le loro corse insegue;
    teneramente, accarezza i loro giochi:
    nessuno lo vede,
    nessuno sente il muto suo richiamo..
    tutto gli è negato,
    perfino l'ombra di un sorriso.
    ...e resta lì,
    giorno dopo giorno,
    a rincorrere ricordi solo suoi...
    il passato, torna alla sua mente:
    si rivede bimbo,
    gioioso, vivace, lieto...
    riecheggiano amate voci antiche,
    il dolce, melodioso canto di sua madre;
    vede la scuola, i cari amici,
    il lavoro, il primo e unico amore,
    i figli...la sua vita...
    e poi, irrimediabili, i distacchi,
    le lontananze, le speranze vane...
    Tutto scorre nei pensieri solo suoi,
    tutto, tra le lacrime, si confonde,
    tutto si sbriciola in quelle mani vuote,
    piene soltanto di segni del tempo...
    ...e nel rintocco lento del presente,
    lui è lì,
    seduto sulla fedele panchina,
    sommerso da un mare di tristezza,
    abbracciato da un'immensa solitudine.

    Ciao Stella, buonanotte.

    RispondiElimina
  71. Ciao Stella, sistemando la cantina dei suoi genitori, mio marito ha trovato una vecchia cartella con dentro tanti fogli ingialliti dal tempo con versi scritti dal suo papà mancato pochi anni fa e probabilmente tenuti segreti. Leggendone alcuni mi ha colpito questa che ti sottopongo datata 1978

    A LEI
    Bello il suo volto di donna
    ma più bello il volto di mamma

    Civettuala la frangetta nasconde
    lo sguardo suo indigatore e sognante

    Sorridono sempre le sue labbra
    e dolcezza vi è nel suo parlar.

    (mi ha colpito in quanto noi lo avevamo reso nonno nel 1977, e questi versi, me li sento cuciti addosso. E' forse il mio un eccesso di zelo??.)

    RispondiElimina
  72. Ciao Stella, ecco il mio contributo: dedicata a quelli anziani che, contro la loro volontà, vengono "scaricati" in qulche Centro, mi riferisco naturalmente a quelle situazioni dove basterebbe un pò più di amore per farli rimanere in casa. Ciao!


    "Urlo disperato!"

    Sogni e speranze maledetti
    quello di una vecchiaia serena
    trascorso tra le carezze dei figli
    l'abbondante amore dei nipotini
    il calore di una casa dolce casa.

    Sogni e speranze maledetti
    quello di una tradizione nobile
    che tu venga trattato dai tuoi cari
    come tu hai trattato i tuoi cari
    un patto di sangue non firmato.

    Realtà e verità atroci
    quello di ritrovarmi scaricato
    tra le quattro mura di “Riposo”
    in un mondo incomprensibile
    ogni faccia più tragica della mia.

    Realtà e verità atroci
    quello di vedervi indifferenti
    complici insensibili di solitudine
    che mi uccide ogni santo giorno
    che mi ha reso un morto vivente.

    Blessing Sunday Osuchukwu

    RispondiElimina
  73. ok, ora ho capito dove inserirla :-)

    RispondiElimina
  74. Ciao, scegli quale delle due preferisci,una contro la guerra e una D'amore. grazie, buon pomeriggio

    una guerra
    Un giorno era tutto una serra,
    poi venne la guerra
    L' enorme aereo rombante,
    con triste mostruoso cinismo,
    dall'alto spargendo, distrusse.
    Nell' aria incantata si ruppe ,
    l'eterno cantare del bosco
    e giunsero grondanti le truppe,
    di sangue che io non conosco
    La pelle era chiara diversa
    la fede l'avevano persa
    venivan da molto lontano
    da molte migliaia di miglia
    per fare di questo un pantano
    lasciando la loro famiglia
    Negli occhi leggevi il terrore
    i feriti gridavano Mamma
    e molti contavan le ore
    gli altri puntavan la canna!
    adamus
    -------------------------------------------------
    Amore e silenzio

    Nell'alba, vedo il mio cuore che sale verso il cielo

    nel tramonto, vedo la Tua ombra che si allontana

    nel giorno , vivo l'attesa di questi due momenti

    se ti guardo negli occhi ,tutto si ferma in un solo

    attimo di felicità , Tu sai confondermi , quando

    sento il Tuo profumo, mi perdo, le mani tremano

    il Cuore impazza , la parola manca , sono bloccato,

    se il silenzio parlasse, direi che Ti amo, per Me, Tu sei

    uno squarcio di luce, nel cielo oscurato dalla tempesta,

    Ti prego, amami come Tu sai fare, la sera è troppo buia,

    prendimi per mano Amore mio.....ma il silenzio non parla!
    adamus
    -------------------------------------------------

    RispondiElimina
  75. al momento non ho poesie sulla solitudine, se riesco partecipo più avanti... fatemi sapere.
    un saluto!
    www.vincenzolicata.it

    RispondiElimina
  76. GLI INUTILI
    Seduti sulle poltrone della vita
    non vivono ma succhiano gli sguardi
    di coloro che vivono.
    Si nutrono delle sensazioni altrui
    e vibrano delle emozioni trasmesse
    come visioni di uno specchio opaco.
    Non piangono mai
    sono impassibili e tristi
    una terra arida per sempre.

    RispondiElimina
  77. "Notte: solitudine"

    Questo è il momento della solitudine,
    l'istante in cui si curva nella notte
    e s'impenna gagliarda
    rendendomi la vita più arida
    e priva di guizzi.

    Questo è il momento in cui mi manchi di più
    e in cui ti cerco con maggior, famelica disperazione.

    E questa è la notte, la notte, la notte,
    la notte, la notte, la notte, la notte,
    la notte, la notte, la notte...
    Una filastrocca disincantata.
    Una filastrocca rotta che non ipnotizza più lietamente. Ma che assorda.

    E la mia notte si curva
    e si abbandona alla solitudine del nonsense!

    Razza di mondo folle!
    Razza di idiota, cosa guardi?
    Cosa spii?
    Cosa?

    La notte non ha tempo per i miei lamenti.
    La luna ha di meglio da fare.

    ***

    buona giornata!!

    ;-)

    RispondiElimina
  78. Rabbia

    Riscoperta impellente del pensiero
    Imputridito segno d’uomo, d’ideale
    Idea del giusto che non chiede amore

    / Solo rispetto in tempo dedicato /

    Straziato e poi stracciato e vilipeso
    In poche frasi spezzate congedato
    In somma di passivi accantonato

    / Solo parole in quel tempo sprecato/

    Repliche stanche, identico copione
    Cambia l’attrice, ne sei sempre autore
    Volgendo in solitudine il tuo nome.

    RispondiElimina
  79. Calogero, hai tempo fino all'8 febbraio.

    RispondiElimina
  80. Silvia,ne hai già inviata una ed è pubblicata. Grazie!

    RispondiElimina
  81. MaraGi, benvenuta !

    Con piacere pubblico la tua poesia.

    RispondiElimina
  82. Ciao, Cara Stella, dopo averti lasciato 2 Poesie sul Tuo blog, per il secondo concorso, ho letto il regolamento......quindi non vanno bene, sono fuori tema e sono già state su internet.......rimuovile,posso provare a crearne una sulla solitudine entro domenica, purtroppo l'ispirazione non viene a comando, credo difficile la mia partecipazione. comunque grazie e buona serata

    RispondiElimina
  83. Caro Adamus,ti ringrazio per la tua correttezza.

    RispondiElimina
  84. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  85. Vecchiaia

    Spalanco la finestra...
    nel buio
    un labile disegno
    il mio orizzonte ;
    i palpiti del tempo
    nel silenzio;
    frammenti di stupore
    nell'eterno vagare
    delle cose ;
    sussulti giovanili
    ormai sopiti,
    nell'immenso.
    Passeggera,
    nell'aria stanca,
    una compagna.
    Le vado incontro
    per tenderle la mano
    e riposare .
    Seguono, nella stanza ,
    riverberi di ombre ,
    mutevoli e silenti...
    io le contemplo .
    Mi parlano le cose
    ed io rispondo.

    Paola-Bosculandia

    RispondiElimina
  86. Carissima Stella, oggi ho ricevuto il portachiavi. Mi sono emozionata come una bambina. Sarà mai possibile????

    Grazie mille
    Un abraccio
    annarita

    RispondiElimina
  87. Annarita ci credi che mi sto emozionando anch'io?

    Sono felicissima, Un abbraccio.

    RispondiElimina
  88. Cara Stella , ho cancellato il post precedente perchè la poesia mi è sembrata troppo lunga( quindi contro il regolamento ) e l'ho cambiata.
    Un caro saluto
    Paola Bosc.

    RispondiElimina
  89. Stella cara, c'è stato un piccolo equivoco, temo!

    La poesia già postata nel post con tutte le altre NON è mia: la Silvia in questione è una mia omonima!

    La poesia che ti ho proposto io è quella che vedi nel commento di questo post dal titolo "Notte: solitudine". L'altra poesia di cui l'autrice è Silvia NON sono io!!!! Per distinguermi, pubblica la mia con scritto "Silvia Ponzo", ok???

    ;-)

    RispondiElimina
  90. Silvia Ponzo,grazie infinite!

    RispondiElimina
  91. Buongiorno Stella.
    Ecco il mio personale contributo alla bellissima iniziativa ^_^
    E' la mia visione della mia solitudine.

    La mia Solitudine: Tormento ed Estasi

    La vedo e la sento.
    Inaspettata.
    Come gramigna mi immerge in una mare inconsolabile.
    Ascolta il mio naufragare
    in un silenzio assordante,
    in un rumore silenzioso
    che mi sconvolge i sensi.
    Ricercata.
    Come un fiore tra i rovi mi catapulta in un vortice solitario.
    Ed i miei pensieri..
    Cantano, danzano, piangono, sorridono
    e lei …
    spettatrice silente
    mi riscalda e mi raggela
    ed io …
    mai sola, sempre viva.
    Fluttuo e volteggio
    in un recinto circondata da filo spinato,
    in un giardino di primavera,
    in un murales o in un affresco,
    in un sogno o come in un incubo
    nell’agorà della vita
    tra il tormento e l’estasi…
    “Oh mia solitudo..temenos dell’anima mia”.

    RispondiElimina
  92. L'avevo messa nel post precedente a questo..scusa..vado a cancellarla,,là ^_^
    sempre un poco sbadatella sono (ma poco poco però)
    ciao stellì buona giornata,
    vado a mettere da me il microfono, la rosa ed il premio dieci e lode :)))

    RispondiElimina
  93. Ecco la mia!

    LA QUIETE DOPO LA TEMPESTA...
    Ho sentito il battito del tuo cuore accellerare
    e ho sentito il tuo respiro attendere,
    l'odore acre del sudore dimostrare la fatica
    di tante parole in un susseguirsi di sguardi e lacrime,
    i nostri inguini danzare in un intreccio disegnato dai nostri arti,
    arrivare per essere esausti e i nostri sguardi a chiedere la quiete.
    Il silenzio della notte a testimoniare il nostro frastuono
    che arrendevole si placa e il sonno ci prende ed è tutto in quel presente,
    così ovattato e senza più smania, l'inizio degli inizi....
    e poi un bacio... e ancora...

    RispondiElimina
  94. Ziorina,il tema è la solitudine,ne hai tenuto conto?

    RispondiElimina
  95. non sono poeta,ma la parola beneficenza mi obbliga a diventarlo.scrivo qui i miei versacci:

    -ALBERI SPOGLI-

    Tante mani nude
    scheletriche
    tese al cielo
    che lo implorano
    tremando al vento

    lara tani

    RispondiElimina
  96. Non per voler fare la ficcanaso, tra l'altro la poesia di Ziorina non è neanche inedita... scusa ma visto che tra l'altro voterò....

    http://ziorina.blogspot.com/2008_12_11_archive.html#2412674889590829193

    RispondiElimina
  97. Buba sono gradite tutte le segnalazioni,per il buon esito dell'iniziativa.

    RispondiElimina
  98. Per Buba:
    Come fai a sostenere che la mia non è una poesia inedita? è pubblicata sul mio blog, forse è questo il problema? o forse è il titolo che già esiste? il contenuto,ti garantisco che è frutto di una mia personale emozione, quindi ti pregerei di darmi una risposta, visto che hai sollevato la critica. Grazie.

    RispondiElimina
  99. @ziorina
    Mi sembra che Stella sia stata chiara : inedite vuol dire mai apparse da nessuna parte... E' una delle regole del concorso... Se guardi i commenti precedenti c'è già stata la stessa segnalazione per Marianna che purtroppo non l'ha presa molto bene.... Il contenuto non c'entra...

    RispondiElimina
  100. @ziorina
    Stella ti potrà dire qualcosa in più.... tra l'altro confermo anch'io che (inedita o meno) è anche fuori tema...

    RispondiElimina
  101. Per stella:
    ci riprovo...con il tema appropriato

    Mi guardo intorno...nessuno
    Ascolto il silenzio...che mi confonde
    Rivedo la notte che mi avvolge
    Mi guardo dentro...e mi vedo sola

    Sola perchè non ho gridato al vento
    Sola perchè non ho ascoltato il mare
    Sola perchè ho scelto il buio
    Sola perchè è più facile

    E cammino con le mie ossa stanche
    inseguendo la forza che la mia anima m'impone
    e intorno è il silenzio a parlare....

    RispondiElimina
  102. @ziorina
    tutto è bene quel che finisce ben ! ;-) a presto...

    RispondiElimina
  103. Molto bene,ragazze. Grazie ad entrambe. Siamo qui per costruire!

    RispondiElimina
  104. Questa volta spero di aver fatto cosa giusta...non ho letto il regolamento e ho agito semplicemente di botto, attratta da un concorso fatto per beneficenza e stella, sai bene quanto mi sento coinvolta da queste cause. Mi dispiace per il disguido spero di aver rimediato con quest'ultima poesia scritta di getto in questo istante e sicuramente non la pubblico...ma posso tenerla nel mio cassetto? o c'è il rischio che qualcuno possa trovarla e... Non voglio essere polemica ma è solo per sdrammatizzare.
    In bocca al lupo a tutti e un saluto a Buba

    RispondiElimina
  105. Ziorina è già pubblicata. Bacio a te e a Buba.

    RispondiElimina
  106. Ciao Stella più che poesia forse sono pensieri dettati dal cuore per una grande iniziativa.
    In bocca al lupo a tutti e un abbraccio a te.


    ATTESA
    In assenza di luce
    avvolta nel silenzio
    è questa mia realtà.
    Prigione di ricordi
    di ciò che è stato
    di chi è andato.
    Malinconici e intensi pensieri
    catturano la mente
    annullandola.
    Solitudine
    compagna amica nemica
    di notti silenziose
    di giorni senza fine
    vai via
    rimango con me
    in attesa di una carezza di sole.

    RispondiElimina
  107. Carissima , apprezzo molto l'iniziativa dei due concorsi, ma devo fare una piccola critica. Io non ho nessun interesse , non posso partecipare e non posso votare , però sento il dovere di affermare che il voto dovrebbe essere anonimo e non palese come è accaduto nel primo . Pensa tu quanto sono condizionate le persone che per far piacere all'amica o amico , per non apparire scortesi con i propri lettori votano solo per compiacere e non perchè la poesia merita veramente .Si sa , siamo esseri umani e molti non hanno il coraggio di essere del tutto sinceri . Andrebbe benissimo invece un sondaggio programmato per entrare una sola volta e dare da due a tre preferenze . Sarebbe più riposante e più equo . Scusami , non volermene...

    RispondiElimina
  108. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  109. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  110. "La solitudine Sorridente"

    Sulle note dolci di una musica
    mi si aprono le porte
    di un paesaggio autunnale,
    le foglie corrono leggere portate dal vento.
    Lentamente una grande malinconia
    s'impradonisce di me
    le lacrime scivolano senza fermarsi
    mentre cammino su un immenso tappeto,
    di foglie color oro e rosso brunito
    e qui la solitudine mi aspettava,
    avvolta in veli, che danza nel vento,
    nel suo sguardo profondo c'è quieta
    la guardo affascinata
    di fronte a lei mi sento sola
    ma sola in modo strano.
    Ci guardiamo negli occhi,
    le foglie volteggiano nell'aria,
    nei suoi veli leggeri
    odo la sinfonia dell'universo
    portato dal vento.
    Provo una dolcezza infinita
    nel tramonto assaporo il fuoco del sole
    che accarezza l'orizzonte
    compredo e respiro
    la sua presenza
    mi scopro da sola,
    ma sola in unità
    con ogni aspetto del creato.
    @@@
    rosy.

    La mia Poesia.

    Scusami ma ho sbagliato per ben due volte a scrivere il commento...notte serena

    RispondiElimina
  111. Caro/a anonomo avrei preferito chiamarti per nome,ciò che dici è vero e lo sapevo dal primo concorso. Io ho sempre valutato poesie sulla carta anonime. Mi sai dire on-line come sarebbe possibile? Sta alla coscienza e alla correttezza del singolo votante(non siamo bambini)... In ogni caso il primo concorso era partito per gioco e poi ha preso una certa piega e non mi è dispiaciuto.
    Le poesie dei finalisti erano meritevoli. Ti ringrazio dell'intervento,così ho potuto spiegare anche il mio pensiero.

    RispondiElimina
  112. "Volevo volare"

    Quando non ascolterò più le tue parole..
    quando non vedrò più i tuoi occhi sinceri..
    quando non sentirò più il tuo profumo..
    mi distenderò sulle margherite bianche e gialle,
    chiuderò gli occhi,
    e continuerò a sognarti...

    RispondiElimina
  113. ecco la nostra:
    "autoritratto"
    Pensiamo troppo
    parliamo poco
    e quando ci esprimiamo
    lo faccio così male
    che è perfettamente normale
    che la gente comune
    ci dimentichi in fretta.

    RispondiElimina
  114. questa invece e' la mia
    "rideranno di me"
    Preferisco sognare
    di stare con te
    più che cercare
    una donna qualunque,
    magari di facile conquista.
    Preferisco amarti in silenzio
    restare nell'incertezza che un giorno, chissà,
    riesca a dirtelo
    più che adulare una donna qualunque.
    Preferisco addirittura
    soffrire sperando
    più che vegetare
    con una donna qualunque.
    Anche se molti rideranno di me.

    RispondiElimina
  115. solo percorro ....

    Solo percorro le desolate lande del mio dolore,
    la fiocca luce amica delle stelle mi accompagna,
    i miei passi si susseguono in un paesaggio assurdo,
    gli spettri delle mie paure popolano questi luoghi,
    nel buio di una notte infinita tutto sembra perduto,
    continuo a camminare verso un'orizzonte lontano,
    quante volte ancora ritroverò la luce dell'alba ?
    quante volte ancora percorrerò qeuste terre desolate?
    Ma i miei passi continuano ad avvicendarsi,
    uno dopo l'altro, verso quell'orizzonte che appare scuro
    e dal quale solo la Luce di un nuovo giorno può sorgere.

    acquachiara

    RispondiElimina
  116. Aspettando

    Dal fiero lupo io discendo
    ma ahimè vivo senza un branco.
    Punito per che cosa? Non comprendo!
    Abbandonato,deluso, solo arranco.

    Vago in solitudine, malconcio e disperato,
    aspettando impaziente una vettura
    che metta fine a questo stato.
    Ecco ne arriva una. Ora!

    RispondiElimina
  117. Come vedi, carissima Stellina, ci sono anch'io.
    Tra i mille impegni ho trovato il tempo per condividere con voi questa piacevole e alquanto interessante iniziativa.

    Bacioni
    Rosa

    RispondiElimina
  118. I tuoi occhi sfuggono i nostri
    perso in un mondo che non c'è
    nascosto dietro un muro invisibile,
    tendiamo le braccia ma non riesci a vederle,
    ti chiamiamo ma non puoi sentirci,
    ti dondoli ignaro della nostra presenza,
    ogni giorno cerchiamo di aprire uno spiraglio
    ma quella porta ancora non vuole aprirsi
    cerchiamo di far breccia in quel muro
    sicuri che un giorno riusciremo a raggiungerti.

    RispondiElimina
  119. Grazie a tutti i partecipanti!

    RispondiElimina
  120. Entro l'8 si accettano ancora poesie...forza!

    RispondiElimina
  121. "AMORE MIO..."

    Quanta solitudine
    negli occhi tuoi, Amore mio...
    eppur, essendoti accanto,
    pronta a colmare la profondità
    di un dolore che nasce dal pianto,
    a placare la furia delle tue ansie,
    ritrovo il tuo sguardo rapito,
    ormai,
    da questa triste compagna...

    E tu, lasciandoti avvolgere
    da un malinconico sogno di follia,
    t'allontani da me sempre più
    recando un sol dono...
    malinconia.

    Angel@

    RispondiElimina
  122. - cartolina -
    Sassi bianchi ,
    fermi al centro del fiume ,
    isole ,

    come anime anelano al sole ,
    ma ugualmente
    come la vita che noi percorriamo ,
    l'acqua li sfiora
    senza poter mutare il suo corso ,

    in una silenziosa immensa solitudine.

    RispondiElimina
  123. cara Stella ti mando un saluto assieme alla poesia , un abbraccio per tutte queste stupende cose che fai ed il tuo costante impegno.

    RispondiElimina
  124. Ciao cara Stella, vedo che il tutto và a gonfie vele, sono felice per te, soprattutto per il grande lavoro che svolgi al fine di una buona riuscita di questo concorso.

    Sempre grande. Un bacione Cinzia.

    RispondiElimina
  125. All'ultimo secondo con un tema difficile.
    La solitudine.

    Deserto
    Caldo fino in fondo alla gola
    Ardo del bruciante azzurro
    terso vivido d’ombre
    tra le screpolature della Madre
    Terra che sa di sale
    Asciutto il fiume che muore

    Luca

    ps
    ma un tema un po' più leggero? :-)
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  126. Cinzia voglio rendermi ancora utile,grazie!

    RispondiElimina
  127. Luca, sei il benvenuto,grazie!

    RispondiElimina
  128. Cara Stella, eccomi all'ultimo istante, questi sono i miei versi.
    L'ABITUDINE

    Un ombrello gocciola all'ingresso
    nel ruvido silenzio strisciante
    nell'odore di sonno
    di polvere, di un amore da quattro soldi
    il mondo è ammuffito, sparito
    tra i ricami delle pantofole
    dietro le finestre degli altri
    oltre la linea dei giorni
    dei sogni ammollati
    nella centrifuga dell'abitudine

    Sabrina

    Un abbraccio da Sabrina
    Sabrina&Luca

    RispondiElimina
  129. Sabrina la tua poesia verte sull'abitudine. Il tema di questo concorso è la SOLITUDINE.

    RispondiElimina
  130. Cara Stella, mi dispiace che non si è colto il senso della solitudine nelle immagini di una casa vuota, della vita che è dietro le finestre degli altri, di un paio di pantofole, di sogni confusi dall'abitudine. Di un amore da quattro soldi che trasmette solo senso di solitudine.
    Grazie lo stesso
    Sabrina

    RispondiElimina
  131. Scusami Sabrina,avevo intuito,ma leggendo di abitudine, ho avuto un attimo di perplessità. La pubblico subito!

    RispondiElimina
  132. Voto per:
    La mia Solitudine: Tormento ed Estasi di Calliope

    Ciao Stella

    RispondiElimina